fbpx

Fase 2: su intesa migranti ribolle chat M5S, Crimi ‘onesti trattati come cogl…’

Roma, 11 mag. (Adnkronos) – A quanto apprende l’Adnkronos, ribolle da questa mattina ‘Squadra 5 Stelle’, ovvero la chat su Whatsapp in uso a ministri e sottosegretari grillini. Quando inizia a circolare la notizia di un’intesa sui cosiddetti lavoratori ‘invisibili’ -6 mesi per 500mila migranti, solo un pizzico meno di quanto chiesto da Iv- iniziano le telefonate tra i membri di governo M5S, e c’è chi chiede a gran voce una riunione nelle prossime ore per ribadire la linea e tenere la barra dritta. Che per il M5S, come detto a più riprese nei giorni scorsi, equivale a un mese di permesso di soggiorno e solo per agricoli. Fuori colf e badanti.
I più agguerriti, raccontano, sono il ministro Sergio Costa, i sottosegretari Carlo Sibilia, Vittorio Ferraresi, Giuseppe L’Abbate. Mentre la viceministra all’Economia, Laura Castelli -raccontano- non ha mancato di sottolineare il suo disappunto nel vertice di ieri, con il premier Giuseppe Conte e i capidelegazione delle forze di maggioranza, cominciato attorno alle 16 e finito all’1 di notte passata.
Ma anche il capo politico del Movimento, Vito Crimi, nella chat visionata dall’Adnkronos attacca a muso duro la ‘sanatoria’ inserita nel dl rilancio: “più leggo la norma più mi rendo conto che qualcosa non quadra – scrive – far emergere il nero abbuonando sanzioni penali significa dire ai nostri imprenditori onesti siete dei cogl…i, potevate fare come noi e guadagnare di più e ora ci abbuonano tutto…”.