Categoria: News Adn

Fase 2: ricerca, 58% italiani teme più crisi economica che Covid-19

Milano, 29 mag. (Adnkronos) – Nella fase 2 gli italiani si sentono più vulnerabili ed esposti al contagio dell’epidemia economica di quanto non temano il contagio da Covid-19. Il 58% degli italiani si sente ‘abbastanza o molto a rischio’ per la situazione economica della propria famiglia, mentre solo un italiano su 3 si sente ‘abbastanza o molto a rischio’ di contrarre il coronavirus. è quanto emerge dai risultati di una di ricerca lanciata, nell’ambito del progetto Craft dell’Università Cattolica, campus di Cremona, dal team di ricercatori dell’Engageminds Hub dell’ateneo del Sacro Cuore coordinato dalla professoressa Guendalina Graffigna (Lorenzo Palamenghi, Greta Castellini, Mariarosaria Savarese e Serena Barello) relativa alle ricadute dell’emergenza sanitaria sulle percezioni e sulle preoccupazioni dei consumatori italiani.
Di questi risultati preliminari si parlerà nell’evento serale di #Openweekunicatt intitolato ‘Come ripartire e come ripartire dall’Università?’ che potrà essere seguito sui canali social della Cattolica, oggi, alle ore 18.30, e a cui parteciperanno insieme a Graffigna i professori dell’Università Cattolica Fausto Colombo e Ivana Pais. Nei prossimi giorni l’analisi si completerà con nuovi dati che verranno presentati in un webinar che l’Engageminds Hub della Cattolica terrà il 5 giugno, ore 11.30, sui suoi canali social.
La ricerca è parte di un monitor continuativo sui consumi alimentari e sull’engagement nella salute condotta dal centro di ricerca Engageminds Hub della Cattolica, che rientra nelle attività del progetto Craft, Cremona Agri-Food Technologies. Si tratta di un progetto avviato dall’Università Cattolica nell’ambito di Cremona Food-Lab, con il contributo di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo. La ricerca di Engageminds Hub è stata condotta su un campione di 2mila italiani. (segue)