fbpx

Fase 2: malcontento in maggioranza su dl Ripresa, testo non pronto, caos su banche (2)

(Adnkronos) – In particolare, nell’ultima bozza è previsto un sostegno pubblico per le “procedure di liquidazione coatta amministrativa di banche di ridotte dimensioni”, si legge nel testo.
Anche per questo c’è chi vorrebbe più tempo per arrivare in Consiglio dei ministri, la cui riunione si auspicava di tenere tra stasera e domani mattina. “Il testo è lontanissimo dall’essere condiviso – spiega un ministro di peso all’Adnkronos – manca la quantificazione delle misure e non c’è chiarezza sul perché moltissime proposte siano state eliminate. Per me è contro il buon senso farlo prima di domani sera, se non martedi'”. Nel mirino soprattutto il presidente del Consiglio e il responsabile del Mef, Roberto Gualtieri.
D’altronte il ‘brogliaccio’ che raccoglieva tutte le proposte arrivate dai ministeri era di oltre 700 pagine, tantissime idee per una coperta che, per quanto ampissima -ben 55 miliardi- non può comunque arrivare a coprire le richieste di tutti. Il Cdm, per molti, ha bisogno di più tempo, “minimo domani sera, ma anche martedì, mercoledì – ragiona un ministro – perché se è vero che il Paese ha bisogno di risposte, le risposte devono essere chiare e non raffazzonate”.