fbpx

Fase 2: Gasparri, ‘follia Inail, più vicini su mezzi pubblici che in spiaggia’

Roma, 12 mag. (Adnkronos) – ‘Tra le tante strane proposte a cui stiamo assistendo in questi giorni, scritte da chi non conosce gli argomenti di cui parla, oggi annoveriamo quella dell’Inail che, senza consultare le categorie, elabora una serie di consigli da attuare per la riapertura degli stabilimenti balneari. Una vera e propria follia, con distanze di 5 metri tra gli ombrelloni che significherebbero la chiusura, se non la morte di centinaia di aziende per cui è impossibile attuare queste assurde indicazioni”. Lo dichiara il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.
“Ma perché dall’inizio dell’emergenza sentiamo parlare di distanza cautelativa di un metro, anche in ambienti chiusi come mezzi pubblici o supermercati e invece l’Inail vuole uccidere il turismo e l’economia italiana con questo delirante studio da attuare in ambienti aperti come le nostre spiagge? – chiede polemico Gasparri – Ci auguriamo che il governo faccia carta straccia di questo studio ed elabori quanto prima, con l’apporto delle associazioni di categoria che anche oggi sono state ascoltate in Commissione Turismo al Senato, e delle opposizioni, delle linee guida che consentano l’immediata riapertura degli stabilimenti senza esagerate restrizioni”.