fbpx

Coronavirus: Formigoni, ‘modello sanitario Lombardia affossato da Maroni’ (2)

(Adnkronos) – L’ex presidente della Regione Lombardia sottolinea che “era il taglio dei fondi statali che ci impediva di investire di più sul pubblico. Fontana non ha fatto gli errori che gli imputano, forse ha un po’ tardato a chiedere l’aiuto dei privati che poi, però, hanno fatto il loro dovere”.
I piani pandemici varati nel 2006 e nel 2009 dalla giunta guidata da Formigoni “prevedevano indicazioni precise agli ospedali e ai medici di famiglia. Noi scrivemmo quello che doveva essere fatto, ma alcune cose furono poi dimenticate”. I piani prevedevano di “evitare l’eccessiva ospedalizzazione coinvolgendo i medici di base che, infatti, in questa pandemia si sono accorti che c’erano strane polmoniti ma non sapevano cosa fare. Firmammo accordi con le Rsa per l’aumento di assistenza e prevedemmo lo stoccaggio di dispositivi di protezione individuale”, conclude Formigoni.