fbpx

Coronavirus, i DATI dei tamponi effettuati dalle Regioni: al Sud le più virtuose, in Calabria 40 testati ogni positivo [TABELLA]

Coronavirus, analizzando bene i dati sui tamponi effettuati si nota quanto le Regioni del Sud abbiano performance straordinarie nel contrasto alla pandemia

La pandemia di Coronavirus ha soltanto sfiorato il Sud Italia e non per coincidenza. Analizzando bene i dati sui tamponi effettuati, in base ai numeri forniti dalla protezione civile con l’aggiornamento odierno, possiamo notare come proprio le Regioni del Sud Italia e in modo particolare in Basilicata, Calabria e Sicilia, ci siano le performance migliori per il testing della popolazione.

Abbiamo infatti calcolato il numero di casi positivi rispetto ai casi testati, e il numero dei casi testati rispetto ad ogni positivo, che è il dato più significativo rispetto a quanto bene si stia monitorando la diffusione della pandemia in una determinata area geografica. Ebbene, mentre in Lombardia sono state testate 3,5 persone per ogni positivo, e il 28% delle persone sottoposte a test è risultato ammalato di Covid-19, in Basilicata sono state sottoposte a tampone ben 46 persone per ogni positivo e appena il 2,2% è risultato ammalato. Al secondo posto c’è la Calabria, che ha testato 40 persone per ogni positivo e che ha una percentuale di positivi rispetto alle persone sottoposte a test del 2,5%, e al terzo posto c’è la Sicilia dove per ogni positivo sono state testate 27,7 persone per ogni positivo e appena il 3,6% dei soggetti sottoposti a tampone è risultato positivo.

In questo modo le Regioni del Sud hanno controllato molto meglio la pandemia, isolando subito i positivi e testando il più alto numero di persone possibile rispetto ai casi positivi (familiari, amici, parenti, colleghi di lavoro, contatti delle ultime settimane).

Attenzione, quindi, ad analizzare dove si fanno più tamponi soltanto in base al dato assoluto dei casi testati o in base al rapporto tra casi testati e popolazione: se nelle Regioni del Sud la pandemia sta circolando pochissimo, è normale che ci siano meno persone da sottoporre a test e che quindi in termini assoluti ci siano meno tamponi. Ma rispetto ai positivi, al Sud sono stati fatti molti più tamponi rispetto al Nord: la Calabria ne ha fatti più di dieci volte tanti rispetto a quelli della Lombardia. E i risultati sono evidenti.