fbpx

Coronavirus: Conte, ‘devastante per Paesi in via sviluppo, 500 mln nuovi poveri’

Roma, 28 mag. (Adnkronos) – “Il virus potrebbe colpire in modo sproporzionato i Paesi in via di sviluppo, con effetti devastanti nei mesi e negli anni a venire. Cinquecento milioni di persone potrebbero cadere in povertà. La crisi sanitaria potrebbe trasformarsi in una crisi alimentare, soprattutto in Africa e nei paesi in via di sviluppo”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, intervenendo all’evento ‘Financing for development in the era of Covid -19 and beyond’ promosso dalle Nazioni Unite, Canada e Giamaica.
“Questi paesi hanno bisogno ora, più che mai, di uno spazio fiscale aggiuntivo. In questo spirito, l’Italia ha promosso e aderito all’iniziativa di sospensione del debito del G20” per i Paesi più poveri. “Siamo pronti a sostenere ulteriormente la sostenibilità del debito e garantire la riduzione del debito – ha aggiunto Conte – Inoltre, riteniamo che il finanziamento dello sviluppo e l’agenda d’azione di Addis Abeba siano fondamentali per promuovere un futuro sostenibile oltre il Covid-19”.