fbpx

Coronavirus, oggi in Calabria 3 soli casi positivi: sono asintomatici rientrati dal Nord. Nessun morto e boom di guarigioni negli Ospedali [DATI]

Coronavirus, il bollettino della Regione Calabria aggiornato ad oggi 7 maggio

Sono soltanto 3 i nuovi casi di Coronavirus accertati oggi in Calabria su 1.026 persone sottoposte a test. Appena lo 0,2% dei controllati è risultato positivo, quindi il 99,8% delle persone sottoposte a tampone è risultata negativa, confermando che il virus non sta circolando sul territorio calabrese. I 3 nuovi positivi sono uno in provincia di Reggio, uno in provincia di Cosenza e uno in provincia di Catanzaro: si tratta di persone rientrate dal Nord Italia, asintomatici e posti in isolamento domiciliare. Sono stati processati fino al momento 605 tamponi delle persone rientrate: quasi tutti (602) sono risultati negativi, confermando che non c’è alcuna invasione di untori e che i numeri dei fuori sede che stanno rientrando dal Nord positivi al Covid-19 è bassissimo, nell’ordine dello zero virgola per cento.

La situazione nella Regione è sempre più confortante: oggi non ci sono stati morti, ma abbiamo avuto altri 14 guariti e gli ospedali sono sempre più vuoti. Sono rimasti soltanto 2 pazienti nei reparti di terapia intensiva (entrambi a Reggio, quelli delle altre città sono completamente vuoti) e 81 nei reparti ordinari.

Il numero dei positivi accertati in Calabria dall’inizio della pandemia è di  1.125 persone su 40.806 soggetti sottoposti a test. La percentuale dei positivi sui controllati è del 2,7% ed è di gran lunga la più bassa d’Italia.

Il riepilogo Regionale calabrese aggiornato alle 17 di oggi (dati ufficiali):

  • Totale casi: 1.125
  • Morti: 89
  • Guariti: 403
  • Attualmente ammalati: 633
  • Ricoverati nei reparti: 81
  • Ricoverati in terapia intensiva: 2
  • In isolamento domiciliare: 550

I numeri denotano come tra gli ammalati, la stragrande maggioranza (550) si trova in isolamento domiciliare perché si tratta di persone che non hanno sintomi, mentre diminuiscono ancora i ricoveri e nei reparti di terapia intensiva ci sono appena 2 ricoverati, meno del 2% dei posti letto disponibili in Calabria. La situazione è assolutamente sotto controllo e migliora giorno dopo giorno.

I 1.125 casi della Calabria sono così suddivisi nelle 5 Province della Regione:

  • Cosenza 460 casi29 morti, 137 guariti, 16 in reparto, 278 in isolamento domiciliare.
  • Reggio Calabria 260 casi16 morti, 97 guariti, 16 in reparto, 2 in rianimazione, 129 in isolamento domiciliare.
  • Catanzaro 217 casi: 33 morti, 82 guariti, 42 in reparto, 60 in isolamento domiciliare.
  • Crotone 113 casi: 6 morti, 68 guariti, 7 in reparto, 32 in isolamento domiciliare.
  • Vibo Valentia 75 casi: 5 morti, 19 guariti, 51 in isolamento domiciliare.

Ecco il grafico con l’andamento dei nuovi casi di contagio giornaliero in Calabria:

I soggetti in quarantena volontaria sono 7.670, così distribuiti:

  • Catanzaro: 2.124
  • Crotone: 1.997
  • Cosenza: 1.411
  • Reggio Calabria 1.692
  • Vibo Valentia: 446

I rientri in Calabria che ad oggi sono stati registrati sul sito della Regione Calabria sono 26.039. Di questi, i rientri registrati per ritorno alla residenza a partire dal 4 maggio sono 7.760; 1.320 sono le registrazioni per ingressi in regione legati a motivi di lavoro, salute e attività istituzionali. Nel numero dei casi testati attraverso tampone, sono compresi 605 riferiti ai rientrati presso la propria residenza, di cui 3 positivi.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi. Un paziente ricoverato all’Ospedale Pugliese di Catanzaro è di Taranto.

Si precisa che al Policlinico di Germaneto sono stati ricoverati due pazienti provenienti da altre province.

Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

Reggio Calabria, il Prefetto Mariani racconta l’emergenza Coronavirus: “anche io sono tornato a passeggio sul Lungomare e c’è disciplina; il momento più delicato è stato Villa San Giovanni” [VIDEO INTERVISTA]

Coronavirus, Santelli: “sui tamponi Calabria in linea con le altre Regioni, Boccia si informi meglio”