fbpx

Carceri: Di Matteo, ‘Bonafede informato su esternazioni boss contro di me al Dap’

Palermo, 6 mag. (Adnkronos) – “Il ministro Bonafede si mostrò informato” sulle esternazioni dei boss mafiosi rinchiusi al 41 bis che non volevano il consigliere del Csm Antonino Di Matteo a capo del Dap. Lo racconta, in una intervista a Repubblica, lo stesso ex pm antimafia di Palermo, che ripercorre le tappe di quei giorni del giugno 2018 quando il Guardasigilli propose a Di Matteo, che era alla Dna, di accettare l’incarico di capo del Dap. Ma all’indomani, quando Di Matteo aveva chiamato per accettare l’incarico, gli fu risposto che sarebbe stato scelto Francesco Basentini. “Dopo le elezioni (del 2018 ndr) alcuni giornali scrissero che c’era l’ipotesi Di Matteo al Dap. Dell’esistenza del rapporto lo appresi il giorno prima lo stesso giorno della visita”. “Mi chiamarono da Roma dei colleghi – dice – per dirmi che c’era una cosa molto brutta che mi riguardava. In più penitenziari” dei boss avevano gridato il loro no a Di Matteo al Dap.