Consiglio Regionale della Calabria: ok al programma della presidente Santelli con 19 voti favorevoli e 11 contrari

santelli consiglio

Calabria: il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza – voti favorevoli 19, contrari 11 – il programma di governo del presidente Jole Santelli 2020-2025

Il Consiglio regionale della Calabria, dopo un intenso dibattito lungo oltre 4 ore, ha approvato a maggioranza, voti favorevoli 19, contrari 11,  il programma di governo del presidente Jole Santelli per i prossimi 5 anni. “Tutto il programma – afferma la Governatrice- andrà rivisto contro luce, in considerazione dell’emergenza, ma partirei da alcune parole chiave che sono a mio avviso il pilastro dell’azione di governo, evidenziando che e’ arrivato il momento di pensare non a singole azioni ma a un progetto generale. La prima parola chiave è fiducia, la fiducia deve tornare a essere prevalente nei cittadini calabresi: i calabresi devono avere fiducia nella Calabria e nelle sue potenzialità, altrimenti qualsiasi programma fallirà inevitabilmente”.

“La seconda parola – prosegue Santelli– è il termine reputazione, che e’ lo specchio con cui ci guardano gli altri, e su questo dobbiamo fare molti passi avanti: dobbiamo raccontare la vera Calabria. La terribile esperienza del Covid ci ha lasciato qualcosa: un senso di comunità, in generale ma soprattutto per noi calabresi, ora non disperdiamo questo patrimonio. La terza parola – ha quindi spiegato il presidente della Regione – e’ la sfida, quella di pretendere il massimo da ognuno di noi”. Secondo Santelli, infine, “un’altra sfida da vincere riguarda il digitale. In questi anni abbiamo speso fondi impossibili. Dovremmo avere la regione più digitalizzata d’Italia, invece non abbiamo niente. Non e’ solo una questione di modernità, ma anche di trasparenza dell’azione amministrativa. L’impegno sara’ quello di far si’ che la digitalizzazione diventi un servizio per i cittadini, che devono diventare amici della Regione Calabria. La ‘ndrangheta e la corruzione – ha quindi concluso il presidente della Regione – non si combattono con i programmi elettorali, ma con la trasparenza e la legalita'”.

Per la maggioranza sono intervenuti Giovanni Arruzzolo (Forza Italia), Tilde Minasi, Filippo Mancuso (Lega), Filippo Pietropaolo (fratelli d’Italia), Baldo Esposito (Casa delle Liberta’), Vito Pitaro (Jole Santelli Presidente), Giuseppe Graziano (Udc), per le opposizioni hanno preso la parola Domenico Bevacqua, Nicola Irto, Libero Notarangelo, Carlo Guccione (Pd), Graziano Di Natale (Io Resto in Calabria), Francesco Pitaro (Misto), Giuseppe Aieta, Flora Sculco (Democratici Progressisti). “E’ stato un dibattito costruttivo e con toni seri, e questo – ha sostenuto Santelli – può essere un vanto per l’intero Consiglio e tutti i calabresi. Non condivido le critiche per cui non c’è bisogno del programma: è condivisibile o no, ma non si può dire che non c’è una visione”. Santelli ha poi spiegato che “ci sono temi che dobbiamo affrontare insieme: non si può parlare di riforme della sanità a colpi di maggioranza, dobbiamo capire qual è il modello che dobbiamo individuare. Io credo fortemente che nel dibattito e nella dialettica escono le soluzioni migliori. Dico sempre che le strade possono essere diverse ma se convergiamo nell’obiettivo, le soluzioni arrivano”.

Dalla sanità al turismo, Jole Santelli presenta il programma di Governo in Consiglio Regionale: “trasporti tema dei temi, gateway di Gioia Tauro e Aeroporto di Reggio fondamentali” [DETTAGLI]