fbpx

Battisti: Aimi (Fi), ‘scarcerazione sarebbe profonda ingiustizia’

Roma, 9 mag. (Adnkronos) – “Se la richiesta di scarcerazione di Cesare Battisti, in conseguenza della situazione creatasi per il covid-19, dovesse essere accolta, ci troveremmo di fronte ad un atto di profonda ingiustizia”. Lo afferma Enrico Aimi, capogruppo di Fi in commissione Esteri del Senato.
“Questo assassino comunista -aggiunge- ha già dato ampia dimostrazione, durante la sua latitanza all’estero, di quanto sia ‘allergico’ a pagare il suo debito con la giustizia. In questa Italia allo sbando siamo abituati a tutto, anche ad assistere ad ogni più stupefacente provvedimento giudiziario. Sarebbe tuttavia un ulteriore atto criminale e le sue vittime sarebbero uccise per una seconda volta”.