fbpx

Oli usati, la nuova app Green League per i giovani

Roma, 22 apr. (Adnkronos) – “L’efficacia del modello gestionale e organizzativo ha consentito al Conou di assicurare la sua presenza sul territorio anche nel periodo di emergenza nazionale, garantendo la raccolta presso tutte le imprese in attività per non interrompere il ciclo di recupero e rigenerazione dell’olio usato; ricordiamo che si tratta di un rifiuto molto pericoloso, che se non gestito in maniera corretta è capace di creare enormi danni all’ambiente circostante, ma se avviato a rigenerazione può trasformarsi in un’importante risorsa economica”. Così il presidente del Conou Paolo Tomasi in occasione dei festeggiamenti per la Giornata Mondiale della Terra.
Il Conou ha partecipato anche quest’anno ai festeggiamenti alla 50° edizione della Giornata Mondiale della Terra e al 5° anniversario dalla pubblicazione dell’Enciclica Laudato Sì di Papa Francesco con un contributo educativo rivolto ai giovani e portando l’esempio del suo modello gestionale e organizzativo di filiera che ha permesso il traguardo della completa circolarità nella gestione di un rifiuto pericoloso.
Il vicepresidente del Conou Riccardo Piunti è intervenuto al panel dedicato al tema dell’innovazione nel corso della maratona multimediale #OnePeopleOnePlanet trasmessa sul canale streaming RaiPlay.
“Celebrare una doppia ricorrenza come quella della 50esima Giornata Mondiale della Terra e del quinto anniversario dell’Enciclica sull’ambiente di Papa Francesco, in questa inedita formula multimediale, ci offre uno spunto di riflessione sul domani e sulla Sostenibilità, che altro non è che il ponte con le generazioni future. Il Consorzio, che ha sempre puntato sull’innovazione, risponde a questo invito lanciando una nuova app che coinvolge, appunto, bambini e ragazzi al rispetto dell’ambiente attraverso il linguaggio del gioco”, ha affermato Piunti.
Il Consorzio ha elaborato l’app di gioco Green League, completamente rivista rispetto alla versione precedente nel senso della tridimensionalità e della semplicità di fruizione. L’applicazione, disponibile prossimamente sulle piattaforme Google Play e Apple Store, avrà un duplice obiettivo: da un lato sensibilizzare un vasto pubblico che va dagli studenti delle scuole elementari ai teenager, dai millennials ai giovani adulti amanti del gaming; dall’altro incoraggiare l’adozione di comportamenti virtuosi per favorire la tutela ambientale.
L’innovazione apportata nel corso degli anni all’interno del modello operativo del Sistema Consorzio, poi, ha consentito di raggiungere nel 2018 il traguardo della completa circolarità nella gestione degli oli lubrificanti usati, avviati per il 99% alla rigenerazione, permettendo così il ritorno a nuova vita di un rifiuto pericoloso.
Dall’inizio della sua attività nel 1984 il Consorzio ha raccolto 6 milioni di tonnellate di olio minerale usato, avviandone a rigenerazione 5,3 milioni, ottenendo 3 milioni di tonnellate di basi lubrificanti rigenerate di qualità pari al prodotto di prima raffinazione. Uno sforzo che ha consentito al nostro Paese anche di risparmiare circa 3 miliardi di euro sulle importazioni petrolifere.