fbpx

Messina, i consiglieri M5S: “L’Amministrazione attui il Regolamento comunale sulle politiche antimafia, approvato da due anni e mezzo”

MUNICIPIO MESSINA PALAZZO ZANCA

Messina, i consiglieri comunali M5S: “La battaglia contro la mafia dovrebbe essere una delle priorità di chi amministra la città”

“L’Amministrazione attui le disposizioni previste dal “Regolamento comunale sulle politiche antimafia, misure di contrasto alla corruzione, al gioco d’azzardo, al racket e sostegno alle imprese che denunciano”, approvato dal consiglio comunale il 21 novembre del 2017, oltre due anni e mezzo fa”.
È la richiesta avanzata al Civico consesso dai consiglieri comunali del M5s, che già nel febbraio 2019 avevano presentato due distinte interrogazioni, a firma di Pippo Fusco e Cristina Cannistrà, in cui chiedevano chiarimenti in merito alla mancata applicazione delle disposizioni previste dal citato regolamento. Sull’argomento è intervenuto in queste ore anche il deputato questore Francesco D’Uva, che ha invitato a mettere in campo azioni concrete per l’attivazione di un Osservatorio comunale, facendo seguito all’appello delle associazioni antimafia messinesi.

Il 14 marzo 2019 – spiega Fusco – abbiamo ricevuto una risposta da parte del Sindaco, che ci informava di non aver posto in essere gli adempimenti previsti, comunicando tuttavia la volontà della Giunta di attuare le disposizione citate nel regolamento. Il Gruppo Consiliare, all’inerzia del primo cittadino, ha immediatamente risposto predisponendo, nel mese di maggio 2019, una proposta di delibera, poi sottoscritta da tutti i Consiglieri Comunali, nella quale si dava mandato all’Amministrazione di procedere, con apposito atto di Giunta, alla nomina dei componenti dell’Osservatorio Comunale Antimafia”. Prosegue Fusco, che in più di un’occasione, insieme alla collega Cannistrà, ha pubblicamente esortato l’Ufficio di Presidenza a completare l’istruzione della proposta e a inserirla nell’ordine del giorno dei lavori di Consiglio.

La battaglia contro la mafia dovrebbe essere una delle priorità di chi amministra una città che troppe volte, purtroppo, è stata vittima della criminalità organizzata, come dimostrano i reati di tipo mafioso, nonché di scambio elettorale politico mafioso, finiti sulle prime pagine di tutti i giornali e sotto la lente della Procura della Repubblica. Per questo – concludono i consiglieri – ribadiamo la necessità e l’urgenza di mettere in atto tutte le misure possibili per promuovere politiche finalizzate alla prevenzione e al contrasto alla mafia, a partire dall’istituzione di un Osservatorio Comunale Antimafia, come richiesto già da quasi un anno dal Gruppo Consiliare del Movimento 5 stelle e da alcune associazioni cittadine”.