Messina Family Card, De Luca fa il punto della situazione: domande al via, in arrivo tre bandi

de luca cateno

Messina Family card e banca dati dello Stretto di Messina: De Luca fa il punto della situazione

“In questo momento si sprecano le polemiche e mi riferisco non solo a quelle che ci hanno visti protagonisti dello scontro istituzionale con i Ministri. Oggi ho scritto una lettera a Lamorgese, Conte e Musumeci perchè ancora ci troviamo con la famosa Renault 4 che va in giro per la Sicilia. Questa Renault 4 è entrata in Sicilia il 22 marzo scorso, a conferma che quello che dichiara il Ministro Lamorgese è falso. La Ministra è stata smentita in maniera plateale da questa macchina e la cosa che mi fa specie è che lei non ha preso alcun provvedimento. Ha denunciato solo il sindaco De Luca“. Lo ha detto stasera il sindaco di Messina in diretta fb. Anche stasera il sindaco di Messina è un fiume in piena. Nel mirino del primo cittadino c’è anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, sempre per la banca dati dello Stretto. “È possibile che alcuni colleghi sindaci devono farsi strumentalizzare dal potere prostituito? Non vi volete prendere la responsabilità di controllare chi entra nel vostro territorio? Collega Orlando, io non ti ho chiesto quante persone sbarcano a Palermo attraverso Genova. Sei in condizioni di dire alla tua comunità quanti sbarchi ci sono nella tua città? No, ma non è colpa tua, è colpa del sistema“- ha detto De Luca. Domani il sindaco tornerà al porto di Messina per verificare la regolarità degli sbarchi.

De Luca contro la Paglia: B&B per medici e infermieri in trincea

Il sindaco ha poi letto in diretta la nota del direttore generale dell’Asp La Paglia in merito ai ritardi nella comunicazione dell’esito dei tamponi. “A Messina fanno 3500 tamponi in un mese? Ecco perché dico che se non ci ammazza il coronavirus ci ammazza la burocrazia”. De Luca ha annunciato che i B&B verranno messi a disposizione dei medici e infermieri in campo contro il coronavirus. “Io non so dalla Cina cosa è arrivato, ma qui a Messina non è arrivato niente. La mascherine purtroppo dovremmo utilizzarle per un lungo periodo. Non faccio l’ordinanza per renderle obbligatorie perché dove i cittadini non saprebbero dovere andare a comprarle”- ha aggiunto il sindaco.

Pasqua: giovedì, venerdì e sabato supermercati aperti fino alle 20

In vista della chiusura per le festività pasquali, giovedì, venerdì e sabato i supermercati di Messina potranno restare aperti fino alle 20. Il sindaco firmerà un’ordinanza al riguardo.

Messina Family Card

Infine stasera l’assessore ai Servizi Sociali Alessandra Calafiore ha fatto il punto sulla tanto attesa Messina Family Card e De Luca ha confermato che il parametro dei depositi bancari e postali è stato eliminato dai requisiti per l’accesso al bonus. Il Comune elargirà sussidi per 300 euro per i nuclei familiari composti da una sola persona, 400 euro per un nucleo composto da 2, 600 per un nucleo composto da 3, 700 euro per un nucleo di 4 persone, 800 per un nucleo composto da 5 persone. Le attività commerciali potranno presentare istanza per convenzionarsi già da domani, consultando il sito del Comune di Messina. Dopodomani invece partiranno le richieste delle singole famiglie. Il Comune di Messina attiverà una linea telefonica per assistere gli utenti. Gli avvisi saranno tre: uno per alimenti, uno per le bollette e uno per l’affitto.

Il sindaco ha concluso la diretta avvertendo i cittadini che domenica e lunedì sarà in giro a controllare che nessuno faccia scampagnate all’aperto. A Pasqua e Pasquetta il sindaco suggerisce di fare il barbecue sul balcone di casa.