fbpx

Coronavirus a Messina, De Luca: “Aiuteremo gli imprenditori in ginocchio. I ristoratori potranno utilizzare gli spazi esterni gratis”

La diretta Facebook del sindaco di Messina

A Messina non verranno installati impianti di tecnologia G5. Lo ha detto stasera il sindaco nella sua consueta diretta Facebook, annunciando che a breve firmerà un’ordinanza al riguardo. “Sulla questione delle antenne non ho le idee chiare– ha detto il sindaco.  Abbiamo ricevuto molte segnalazioni e abbiamo parlato col Rettore di Messina, che si è detto disponibile ad avviare approfondimenti scientifici al riguardo. Per il momento niente antenne 5G a Messina”.

Il grande cuore di Giorgia: bimba di Messina dona i suoi risparmi per l’emergenza coronavirus

Stasera il sindaco De Luca ha mostrato in diretta un sacchetto contenente i risparmi di Giorgia, bimba di Messina che ha voluto donare i suoi soldi al sindaco come contributo alla guerra contro il coronavirus. “È il gesto di una bimba che ha preso i suoi risparmi di un mese, è un gesto d’amore. Grazie a Giorgia e a tutti coloro che stanno contribuendo a sostenere i costi di questa guerra”- ha detto il sindaco.

Flash mob dei ristoratori a Messina: De Luca attacca il Governo

Il 28 di aprile alle ore 21 anche i ristoratori di Messina per 15 minuti accenderanno le insegne dei loro locali. “È una categoria per cui si chiede di chiarire le precondizioni per la riapertura- ha detto De Luca– bisogna avere il coraggio di prendere decisioni, decisionismo e tempismo non sono elementi che ho visto in questo Governo. Agli italiani bisogna dire immediatamente quali sono le precondizioni per riaprire. Bisogna avere il coraggio di dire le cose come stanno, le informazioni di cui dispone il Governo non sono alla portata di noi comuni mortali. Il Governo lo sapeva già dal 31 gennaio dell’arrivo della pandemia , hanno bruciato un mese e hanno omesso di dire agli italiani cosa stava per accadereUn imprenditore deve sapere al più presto qual è la libertà vigilata a cui dovrà essere sottoposta la sua categoria e deve poter farsi in conti in tasca, per capire se gli conviene riaprire o no”.

De Luca: “aiuteremo gli imprenditori”

La prima risposta va data al mondo delle partite iva. Io- ha proseguito il sindaco rivolgendosi agli imprenditori– non posso stabilire le condizioni per riaprire. Intanto vi dico che stiamo lavorando su alcune misure: vi verremo incontro dandovi gratuitamente la possibilità di ampliare all’esterno i vostri locali. Per 5-6 mesi potrete fare attività esterna e vi esenteremo dal pagamento della Tari. Faremo tutto quello che rientra nelle nostre competenze e ne discuteremo con il Consiglio Comunale. Ma il Governo deve darci  via libera. In questo momento è vietata l’esenzione della Tari, non c’è nessuna norma che mi autorizza a farlo, rischiamo l’esposto per danno erariale”.

De Luca: colpi di accetta ai costi di funzionamento dello Stato, stop ai privilegi

“Il Governo deve fare norme di buonsenso autorizzando comuni e regioni che sono in grado di compensare l’esenzione dei tributi. Hanno paura di decidere. Ma perché per ora non autorizzano un taglio lineare del 30% dei costi di funzionamento dello Stato?”.

Messina Family Card e rimborso bollette

Domani si chiude definitivamente l’esame di tutte le domande per la Messina Family Card. Ad oggi su 2698 istanze per la fascia c, 1612 sono state esitate in termini positivi. Entro lunedì tutti riceveranno una mail in cui verrà data comunicazione della conferma o del rifiuto dell’erogazione del bonus. Martedì invece verrà pubblicato il bando per il rimborso delle bollette di luce e gas. Non è previsto un sistema di pagamento diretto, per ottenere il rimborso andrà esibita la bolletta pagata. Anche chi ha ottenuto il buono spesa Messina Family Card può richiedere il rimborso bollette.

Caso Sorbello

“Non ho seguito molto le polemiche in merito alle dichiarazioni che avrebbe proferito il consigliere Sorbello, non conosco concretamente il contenuto, ma parto dal presupposto che qualunque forma di dileggio e qualunque azione che tenda a sminuire il ruolo dei partigiani siano comportamenti che non possono essere condivisi e non appartengono all’azione dell’Amministrazione comunale. Piena solidarietà da sindaco e assessori all’Anpi, i valori non hanno colore politico”- ha detto stasera il sindaco.