fbpx

**Coronavirus: Renzi, ‘non c’è fase 2 se non si chiarisce tema scuole’**

Roma, 20 apr. (Adnkronos) – “Non c’è fase due se non si chiarisce il tema della scuola”. Lo scrive Matteo Renzi nella enews. “I professori fanno i miracoli ma la didattica a distanza non è la stessa cosa delle lezioni in classe. E dei rapporti tra studenti, delle esperienze che una comunità educativa può fare”.
“Ho chiesto di riaprire le scuole a maggio, cominciando da chi deve fare la maturità. Apriti cielo. ‘Ma Renzi è impazzito?’ Adesso scopriamo che i grandi Paesi europei si dividono tra chi riapre le scuole ad aprile e chi le riapre a maggio. Noi sembriamo quelli più in ritardo. Se davvero il Governo ha deciso di ricominciare a settembre, noi accettiamo la decisione. Ma chiediamo con forza: che nel frattempo si facciano i lavori dentro le scuole” e “che almeno i ragazzi che devono fare la Maturità la facciano a scuola”.
“Rifiuto la logica del sei politico, il messaggio diseducativo che porta i ragazzi ad accontentarsi. Sono grato ai professori per il lavoro che stanno svolgendo ma loro sono i primi a sapere che non basta. Mentre scrivo questa E-News sono circondato dagli altri 4 membri della famiglia (moglie e tre figli) connessi alla rete per la didattica a distanza. Gli sforzi che professori e studenti stanno facendo sono magnifici. Ma se la scuola non riparte, il Paese è fermo. E noi ‘ che abbiamo chiuso le scuole prima degli impianti di risalita sulle piste da sci ‘ abbiamo il dovere di avere un progetto di riapertura serio e credibile. Sbaglio?”.