fbpx

Coronavirus a Reggio Calabria, nuovo inconveniente per i sanitari pendolari dello Stretto: “perché ci è stato negato il biglietto gratuito?”

caronte

Coronavirus a Reggio Calabria, “non abbiamo diritto a essere salvaguardati come gli altri? Perché nessuna comunicazione ufficiale è stata data in merito?”: è la segnalazione di un medico che viaggia tra Messina e Reggio per lavoro

Un nuovo triste inconveniente è capitato questa mattina ai medici pendolari dello Stretto. Con la segnalazione di un lettore di StrettoWeb, si apprende che alla biglietteria Caronte di Messina è stato negato il biglietto gratuito per una categoria di sanitari costretta a viaggiare con le navi per motivi di lavoro. Di seguito la lettera:

“Scrivo per segnalarvi una situazione incresciosa che da stamattina noi sanitari “pendolari dello Stretto”, ci  troviamo ad affrontare.
Come noto, sino a ieri tutti noi sanitari pendolari avevamo la possibilità di traghettare gratuitamente l’auto sui mezzi della Caronte, al fine di evitare inutili assembramenti nel salone della nave. Lodevole iniziativa!
Orbene, da stamane, senza alcun preavviso, alla biglietteria Caronte di Messina, a me medico in servizio presso l’Ospedale Riuniti di Reggio Calabria, è stato negato il biglietto gratuito perché, da oggi,  solo Infettivologi, virologi e  rianimatori ne hanno diritto!
Mi domando: ma con quale logica è stata fatta questa selezione?  I cardiologi,i neurologi, gli internisti, gli ematologi, i nefrologi, i medici con altre specialità che lavorano presso i reparti Covid o che comunque quotidianamente visitano pazienti con sospetto o accertata covid-19, non hanno diritto a essere salvaguardati come gli altri? E perché nessuna comunicazione ufficiale è stata data in merito?
E infine, quando noi tutti pendolari potremo tornare ad usufruire di un servizio “dignitoso” che non ci costringa a stare lontani intere giornate dalle nostre famiglie?”.

Lettera firmata Edoardo Ferlazzo (Prof. Ass. di Neurologia presso Università’ Magna Graecia di Catanzaro, Dir. Medico presso Centro Regionale Epilessie/UOC di Neurologia di GOM BMM, Presidio Riuniti, Reggio Calabria)