fbpx

Coronavirus: Rampelli, ‘basta deriva autoritaria Dpcm’

Roma, 28 apr. (Adnkronos) – “Alla luce delle dichiarazioni della presidente della Corte costituzionale, Marta Cartabia, Giuseppe Conte deve rispettare la Costituzione. Non gli consentiremo più di fare il ducetto imponendo decisioni sempre più irrealistiche e distanti dai bisogni degli italiani, calpestando tutte le libertà, compresa la libertà di culto senza fare tutti i passaggi in Parlamento”. Lo afferma Fabio Rampelli, deputato di Fratelli d’Italia e vicepresidente della Camera.
“Oggi -ricorda- abbiamo interrotto il kafkiano silenzio che ci è stato imposto dai tragici eventi legati al coronavirus con una manifestazione simbolica dirimpetto al palazzo del governo, mantenendo le distanze sociali di oltre un metro tra noi, ma sideralmente distanti da Palazzo Chigi. Giuseppe Conte non sa fare lo statista, è un dato di fatto, non ha saputo costruire lo spirito unitario con cui affrontare lo stato d’emergenza e quindi non può più permettersi di dare ordini con insulsi proclami in diretta tv. Governare l’Italia a colpi di Dpcm configura una deriva autoritaria che non è compatibile con la nostra democrazia”.
“La sospensione dei diritti e delle libertà costituzionali obbliga alla condivisione delle decisioni con il Parlamento. Oggi -conclude Rampelli- il messaggio è arrivato dalla presidente Cartabia, e nei giorni scorsi dall’ex presidente della Consulta, prof. Antonio Baldassarre e dal prof. Sabino Cassese”.