fbpx

Coronavirus: in zona rossa Salemi 16 positivi, sindaco ‘attenzione resta alta’

Palermo, 18 apr. (Adnkronos) – Sono 16 i cittadini di Salemi (Trapani) attualmente positivi al Covid-19. L’ultimo caso è stato registrato nelle scorse ore ed è, comunque, riconducibile a una realtà familiare che era già stata circoscritta nelle scorse settimane. I casi scoperti dall’inizio dell’emergenza epidemiologica sono 25, su un totale di 155 tamponi eseguiti: tra questi si registrano 8 guarigioni e un decesso. I dati sono stati forniti dall’Azienda sanitaria provinciale di Trapani dopo che il Comune in una lettera inviata nei giorni scorsi aveva chiesto “un quadro più chiaro e completo” della situazione epidemiologica in città. Le condizioni di salute dei 16 positivi sono complessivamente buone: nessuno di loro si trova in terapia intensiva. Lo screening epidemiologico sulla città, intanto, proseguirà nei prossimi giorni con l’avvio dei test sierologici. Una nota dell’assessorato regionale alla Salute ha precisato che su un target di cittadini delle cosiddette ‘zone rosse’ verranno effettuati i test sierologici qualitativi. “I dati indicano sicuramente un trend positivo ma non significa che ci si possa rilassare – dice il sindaco di Salemi, Domenico Venuti -, non dobbiamo abbassare la guardia. Affrontiamo il tema con serenità ma dobbiamo tenere alta l’attenzione perché la situazione resta comunque complessa e non può essere sottovalutata. Non possiamo considerare il pericolo alle spalle e per questo invito tutti, ancora una volta, a restare a casa”. 
Sul fronte dei contagi Venuti aggiunge: “I dati più precisi e organici giunti dall’Asp forniscono elementi per l’elaborazione di un quadro più chiaro. Nei prossimi giorni continuerò a interloquire con la Regione per capire i prossimi passi da compiere”. Il sindaco di Salemi, a nome di tutta la città, rivolge poi un “caloroso abbraccio” alle otto persone guarite e alle 16 ancora positive. “A chi lotta contro il Covid-19 va un grosso in bocca al lupo affinché questa brutta esperienza possa essere archiviata al più presto”, conclude.