fbpx

Coronavirus: Gelmini, ‘vedere carte Mes, Recovery fund come Piano Marshall’

Roma, 21 apr. (Adnkronos) – “Stiamo con gli italiani” disposti a “mettere in quarantena le polemiche e le contrapposizioni, un’opposizione nazionale e repubblicana, costruttiva e non polemica, perchè vogliamo dare una mano a questo Paese” senza essere “stampella” del governo, ma rimanendo “distinti e distanti”. Lo ha sottolineato la capogruppo di Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini, intervenendo dopo l’informativa del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e rivendicando di essere stati “i primi con Silvio Berlusconi e Antonio Tajani ad incalzare le istituzioni europee”.
A questo proposito, ha aggiunto l’esponente azzurra, “se il Mes sarà senza condizioni siamo disponibili ad andare a vedere le carte, perchè forse a questo Paese anche i 36 miliardi del Mes se sono senza condizioni possono servire: se possiamo utilizzare quelle risorse l’Italia ha diritto di poterne usufruire”, come il Recovery fund “può essere un Piano Marshal per ricostruire il continente”.
Partendo da queste premesse, Forza Italia rivendica per il Parlamento un ruolo “da protagonista delle decisioni e non da passacarte”, anche perchè, ha lamentato Gelmini, “al netto di un ascolto formale non abbiamo ottenuto una condivisione strategica” rispetto alle decisioni del governo. “Abbiamo una pazienza quasi infinita, non siamo permalosi e andremo avanti per incalzarvi, per avere risposte per l’Italia, ma abbiamo timore che la stessa pazienza non ce l’abbiamo italiani”.