fbpx

Coronavirus: direttore Libertà , ‘normalità non esiste, linee guida veloci per ripartire’ (2)

(Adnkronos) – Se nella fase 2 occorre ancora ripensare la normalità, “la polemica politica resta il primo nemico dopo il virus”, così come l’indecisione: “E’ inammissibile che il ministero della Salute sia sparito e che soggiogato dal titolo V della Costituzione non si faccia nulla per uniformare i comportamenti. E’ ora di finirla con la differenziazione, ci vuole uniformità”, sottolinea.
“Se c’è un test valido lo è per tutti, se no siamo all’anarchia e siccome c’è di mezzo la difesa di tante vite e del sistema economico bisogna farlo nei tempi giusti e senza lasciare nella confusione chi tenta di ricominciare”, aggiunge il direttore del quotidiano. “Chi ha responsabilità le eserciti in modo un po’ energico, se invece le linee guida non si possono fare in modo veloce si dica chiaramente agli imprenditori che bisogna aspettare giorni. Questa assenza di punti di riferimento crea scoramento, nervosismo, incazzatura tutto quello che non ci vuole per uscire dal labirinto”, conclude Visconti.