fbpx

Coronavirus, i dubbi del sindaco di Cinquefrondi sull’ordinanza della Regione: “si sta creando grande caos”

Coronavirus, i post del sindaco di Cinquefrondi Michele Conia prima e dopo l’ordinanza della presidente della Regione Calabria Jole Santelli

Il sindaco di Cinquefrondi, Michele Conia, ha numerosi dubbi sull’ordinanza emessa stasera dal Governatore della Calabria Jole Santelli. Ecco i post facebook con cui Conia annuncia la propria posizione:

Intorno alle 21, il sindaco di Cinquefrondi sul proprio profilo facebook scriveva: “per la fase 2 a Cinquefrondi non ci saranno altre restrizioni rispetto a quelle previste dal Governo e dalla Regione, ho deciso di puntare sull’autocoscienza e la responsabilità dei miei cittadini. Prima del 4 Maggio comunicherò, nel dettaglio, il tutto”. Successivamente dopo l’ordinanza del Presidente della Regione, il primo cittadino ha sottolineato: “Non entro nel merito delle scelte della presidente della Regione (ennesima ordinanza delle ore 22), non mi interessa, in questo momento, farlo e non mi interessano le polemiche, ma da Sindaco mi domando come si potrà, in Calabria, fare già dal 30 quello che il Dpcm non consente, addirittura, nemmeno dal 4 Maggio? Chi interpreterà le varie norme? Domani si potrà andare al bar per il caffè, ma non dai propri genitori? Chi gestirà il tutto? Si sta creando un grande caos che davvero sta sbandando tutti. Qualcosa mi sfugge a tutti i livelli”.

Coronavirus, l’ordinanza di Santelli da’ l’OK anche alla pesca: “tasso di contagio in Calabria è a 0,6, con tutte le cautele ma possiamo ripartire”