Categoria: CALABRIANEWS

Coronavirus, Tallini ringrazia “La Vita in diretta” per l’attenzione dedicata alla buona sanità dell’Ospedale Pugliese di Catanzaro

Tags: notizie catanzaro

Tallini: “La vita in diretta ha reso giustizia alla bella pagina di sanità che ha visto due pazienti lombardi affetti da covid-19 curati e guariti nell’ospedale Pugliese di Catanzaro”

“La bella trasmissione de ‘La Vita in diretta’ in onda mercoledì su Rai 1 ha colto in pieno la bella pagina di sanità resa possibile dai medici dell’Ospedale Pugliese di Catanzaro che hanno avuto in cura i due pazienti lombardi affetti da Covid-19”. E’ quanto asserisce il presidente del Consiglio regionale della Calabria Domenico Tallini secondo cui “I ringraziamenti dei due pazienti, per l’assistenza e l’affetto ricevuti, testimoniano la grande competenza e la carica umanitaria riscontrabili nella nostra regione, nonostante le molteplici difficoltà che affliggono il sistema sanitario pubblico. Ho dovuto evidenziare – sottolinea il Presidente del Consiglio regionale – la mancanza di attenzione del Tg1 verso la Calabria che, nell’edizione del 19 aprile, ha mandato in onda un servizio da Palermo per raccontare la storia di un paziente bergamasco guarito grazie alle cure dei sanitari siciliani, senza però un cenno, né tantomeno un servizio per raccontare la meravigliosa pagina di sanità calabrese con i due pazienti di Bergamo e di Cremona ricoverati nella terapia d’urgenza dell’Ospedale Pugliese di Catanzaro e guariti grazie all’assistenza medica degli operatori sanitari catanzaresi. Per cui ho subito contattato il giornalista Alberto Matano, che ringrazio sia per la professionalità che lo contraddistingue che per l’attaccamento affettuoso alla sua città e alla Calabria, per segnalargli l’ingiustificata omissione”. Conclude il presidente Tallini: “Raccontare la Calabria che non funziona è senz’altro doveroso, ma alla condizione che non si trascuri di mettere in luce anche i tanti pregi e le sue indubbie qualità, specie da parte del servizio pubblico televisivo”.