fbpx

Coronavirus in Calabria, commissario Asp Cosenza: “tutti da rifare i tamponi di Torano, fatti da operatore che non ha cambiato i guanti. I 67 positivi potrebbero essere molti di meno”

Coronavirus, le parole del commissario dell’Asp di Cosenza Giuseppe Zuccatelli

I tamponi fatti agli ospiti e agli operatori della casa di cura “Villa Torano” “vanno rifatti perche’ sono stati raccolti in modo inappropriato e quindi il dato e’ stato sicuramente inquinato“. Lo dice all’AGI il commissario dell’Asp di Cosenza, Giuseppe Zuccatelli, con riferimento alla vicenda della casa di cura di Torano Castello (Cosenza), dove nelle ultime ore sono stati riscontrati casi di positivita’ al coronavirus. “Abbiamo fatto rifare – afferma Zuccatelli – i nuovi tamponi dai collaboratori del Dipartimento di prevenzione dell’Asp perche’ i tamponi precedenti erano stati fatti da un operatore della struttura che non aveva cambiato i guanti, mentre la procedura prevede che a ogni tampone bisogna cambiare i guanti. Quindi – spiega il commissario dell’Azienda sanitaria cosentina – tutti i 105 tamponi fatti ieri sono da ricontrollare: essendoci dei positivi, e’ evidente che i positivi saranno riconfermati ma bisogna vedere in che misura, perche’ alcuni di questi potrebbero risultare negativi“. Zuccatelli, infine, annuncia: “In serata o al massimo domattina avremo i risultati. Quindi aspettiamo l’esito perche’ il dato dei 67 positivi che si sente in giro potrebbe essere abbondantemente smentito“.