fbpx

Calabria, Giannuzzi sui fondi europei: “la regione è ferma, utilizzare le risorse a disposizione”

Calabria, Giannuzzi sui fondi europei: “in regione sembra si sia passati dal solito andamento lento al completo fermo amministativo dalla comparsa del coronavirus in poi”

“Da Bruxelles , arriva l’invito ad utilizzare i 6 miliardi di fondi Ue non impegnati per lo sviluppo rurale che salgono a 17 se si considerano gli importi dei bandi in corso , per attenuare l’impatto economico del Covid-19. Lo scrive il commissario Ue all’agricoltura, Janusz Wojciechowski in una lettera indirizzata ai ventisette ministri dell’UE . Tra le misure a sostegno del settore già annunciate dalla Commissione europea , vi è la possibilità di riprogrammare la spesa nell’ambito del PSR 2014-20”. E’ quanto scrive in una nota il Presidente Agrì Coop, Dott.ssa Innocenza Giannuzzi. “I fondi PSR ancora non impegnati in Italia ammonterebbero complessivamente a circa 1-1,2 miliardi di euro , con contributi nazionali e regionali inclusi. Detto ciò dobbiamo purtroppo constatare che in regione Calabria sembra si sia passati dal solito andamento lento al completo fermo amministativo dalla comparsa del coronavirus in poi. Sì , c’è stato l’invito rivolto alla Gdo ad acquistare prodotti made in Calabria e a chiedere lo stato di crisi per il settore, ma nulla di più. Ci domandiamo come mai ancora la misura riguardante l’agricoltura biologica non sia stata liquidata e perchè pur essendo ad Aprile 2020 ancora non vi sia neanche la graduatoria. Per l’idennità compensativa 2018 invece è presente la graduatoria ma ad oggi la regione non ha ancora liquidato le somme. Le pratiche oggetto di investimento per il collaudo finale nel Psr sono affidate ad una struttura romana , la COGEA , ci piacerebbe sapere , come mai? Comunque , dalla presentazione delle domande di pagamento alla liquidazione passano oltre 6 mesi un periodo enorme , lunghissimo , che sfianca tutti gli imprenditori che investono. Rimangono , inoltre , ancora sospesi i saldi pac 2019 e l’alluvione 2018. Si parla dunque , come si diceva all’inizio , di interventi straordinari per l’agricoltura ma a quanto pare la regione Calabria fa solo chiacchiere non riuscendo a garantire al settore neanche l’ordinario. In questo , momento così difficile sarebbe opportuno oltre a prevedere aiuti futuri per il comparto , iniziare a saldare lo spettante, senza perdere altro tempo! E’ necessario apportare liquidità ovvero linfa vitale per l’agricoltura agonizzante”, conclude.