fbpx

Coronavirus, nuovo giro di vite sui collegamenti nello Stretto: stop al trasporto dei passeggeri

Stretto di Messina, ecco il nuovo decreto: il trasporto marittimo di viaggiatori da e verso la Sicilia è sospeso, continua ad essere assicurato esclusivamente il trasporto delle merci

Stop al trasporto dei viaggiatori sullo Stretto di Messina. Lo ha deciso il Ministero delle Infrastrutture accogliendo le richieste avanzate dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Ecco nel dettaglio cosa prevede il nuovo decreto firmato dai ministri De Michele e Speranza: il trasporto marittimo di viaggiatori da e verso la Sicilia è sospeso; continua ad essere assicurato esclusivamente il trasporto delle merci possibilmente su unità di carico isolate non accompagnate. Può essere autorizzato il trasporto passeggeri su navi adibite al trasporto merci esclusivamente per dimostrate ed improrogabili esigenze, previa autorizzazione del Presidente della Regione. Per comprovate esigenze di lavoro, di salute o per situazioni di necessità sono consentiti gli spostamenti via mare per i passeggeri da Messina per Villa San Giovanni e Reggio Calabria e viceversa. Il trasporto aereo di viaggiatori da e verso la Sicilia è assicurato, solamente per improrogabili esigenze di connessione territoriale con la penisola, esclusivamente presso gli aeroporti di Palermo e Catania mediante due voli A/R Roma-Catania e due voli A/R Roma-Palermo, uno meridiano e l’altro antimeridiano, con sospensione di tutti gli altri voli compresi quelli internazionali. I servizi automobilistici interregionali sono soppressi e anche i servizi automobilistici interregionali. Per i collegamenti ferroviari diurni è previsto il mantenimento dei collegamenti minimi essenziali mediante un treno giorno intercity Roma/Palermo e viceversa. Le disposizioni del decreto producono effetto da oggi fino al 25 marzo 2020.

Da domani treni in Sicilia ridotti dell’80% : a lavoro per soluzioni rimborso per gli abbonati 

“Nell’ambito delle azioni di contenimento dell’epidemia di coronavirus in Sicilia, il Governo Musumeci di concerto con Trenitalia ha disposto la sospensione dell’80 per cento delle corse ferroviarie dell’Isola. La misura sarà operativa da domani, 19 marzo 2020, e si è resa necessaria per ridurre allo stretto indispensabile gli spostamenti di persone nella Regione via treno, così da abbattere ancora le occasioni di potenziale contagio”.

Lo rende noto l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Marco Falcone.

“Per quanto riguarda i ristori all’utenza – prosegue Falcone – siamo a lavoro con Trenitalia per trovare delle opportune soluzioni di rimborso per gli abbonati. Ai siciliani va ricordato che questo è il momento della responsabilità e del buon senso. Siamo tutti chiamati al rispetto delle restrizioni, a non uscire di casa se non quando non se ne può fare a meno, per battere il coronavirus e metterci alle spalle questa drammatica emergenza”, conclude l’assessore. I dettagli delle corse sospese e delle corse che restano in vigore sono disponibili sul sito web di Trenitalia.