fbpx

Reggina, Sounas: “Non vedo l’ora di giocare la Serie B con la maglia amaranto. Toscano? E’ meglio di Scienza”

reggina sounas

Intervista a Dimitios Sounas: il centrocampista della Reggina ha commentato questo momento difficile per l’Italia legato all’emergenza Coronavirus

“Ormai l’Italia è la mia seconda casa, sono quindi molto triste. Ma se siamo tutti più responsabile, spero che tra un po’ di giorni potrà essere risolto il problema”, inizia con questo appello l’intervista a Dimitrios Sounas. Il centrocampista della Reggina è intervenuto ai microfoni della TV ufficiale: “è inutile ora parlare di calcio, ma noi siamo professionisti e cerchiamo sempre di restare in forma. Lo staff ci ha inviato un programma da seguire ogni giorno da casa, in modo da essere pronti quando torneremo ad allenarci al Sant’Agata. Quando tutto tornerà alla normalità, allora sarà possibile capire se si riuscirà a tornare in campo”.

Si passa a parlare di calcio giocato: “la mia miglior partita è stata contro il Catanzaro allo stadio Granillo. Sono entrato in campo dopo l’espulsione di De Rose, ho espresso una grande prestazione. E’ stata quella partita uno step importante per il nostro campionato”.

Sounas spera in cuor suo in un ritorno in campo: “mi mancano tutti i miei compagni. Penso che per le prime settimane si dovrà fare una piccola preparazione, ma credo che tutti sono responsabili e da casa stanno lavorando per farsi trovare pronti. Toscano o Scienza? Sono stato allenato da entrambi. Mister Scienza del Monopoli prepara bene le partite, ma Toscano è un allenatore di alto livello, merita altre categorie e i numeri lo confermano”.

La Reggina è nel presente, ma anche nel futuro di Sounas: “non vedo l’ora di giocare la Serie B con questa maglia. Ho un altro anno di contratto, l’obiettivo è restare”.

Reggina, tra presente e futuro: il punto su settore giovanile, sponsor e calciomercato in ottica Serie B