fbpx

Reggio Calabria, la fake news di Striscia la Notizia sulla raccolta fondi per il GOM: in realtà è autorizzata e certificata [DETTAGLI]

raccolta fondi gom reggio calabria Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

E’ soltanto una cattiva constatazione la notizia diffusa dal servizio di Striscia la Notizia: la raccolta fondi per il GOM di Reggio Calabria è assolutamente affidabile, autorizzata e certificata

In questi giorni di grande emergenza sanitaria, sono state lanciate sul web tantissime raccolte a favore degli ospedali italiani impegnati nella lotta al Coronavirus. A tal proposito Striscia la Notizia ha realizzato un servizio per aiutare la popolazione a scegliere campagne solidali reali e serie, senza finire piuttosto nelle mani di sciacalli e truffatori. Prima di effettuare la propria donazione, il cittadino deve assicurarsi di due importanti particolari:

  1. L’attività venga svolta su siti web ufficiali o piattaforme affidabili e sia pubblicizzata dalla struttura ospedaliera;
  2. La raccolta fondi sia stata accettata dall’ospedale che deve beneficiarne.

Nel secondo caso è finita sotto la lente di ingrandimento la campagna solidale creata a favore del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria sul portale GoFundMe, della quale ne abbiamo tanto parlato anche su StrettoWeb. Nel servizio di Striscia La Notizia è stato fatto notare ai telespettatori che “sulla piattaforma non risulta ancora che l’ospedale reggino abbia accettato la campagna, come invece è avvenuto per quella relativa al San Raffaele di Milano. Il rischio è quello che i soldi finiscano sull’iban della persona che ha creato la campagna. E in generale non è mai una buona cosa, anche se si tratta realmente di gente per bene che poi davvero fa avere i soldi alla struttura”. Per fortuna dei cittadini di Reggio, che in tanti già hanno versato il loro denaro per dare la propria mano in un momento di emergenza sanitaria, possiamo smentire la notizia dei colleghi di Canale 5. Il GOM ha infatti firmato una delibera con la quale ha ufficialmente autorizzato la donazione liberale e proprio in questi minuti ha chiarito con un commento su Facebook la situazione: “abbiamo già ricevuto il primo bonifico di €127.000,00 e datato il 24 marzo 2020. Domani partirà la seconda tranche”.

La comunità dunque può tirare un sospiro di sollievo. Nessun malfattore si nasconde dietro la raccolta fondi a favore del Grande Ospedale Metropolitano. Anzi, confermando l’assoluta affidabilità della campagna, ci complimentiamo nuovamente con i giovani creatori di questa nobile opera solidale e invitiamo tutti i cittadini a continuare a donare per aiutare il più possibile la sanità reggina.