fbpx

Previsioni Meteo: il bollettino dell’Aeronautica Militare fino a Domenica 5 Aprile

Previsioni Meteo dell’Aeronautica Militare: maltempo con freddo e neve al Nord, il bollettino fino a Domenica 5 Aprile

Torna il maltempo in Italia dopo una piccola tregua nel weekend. Ecco le previsioni del servizio meteorologico  dell’Aeronautica Militare per oggi, domani e per i prossimi giorni.

Oggi, 30 marzo

Nord: molto nuvoloso sui rilievi alpini e prealpini con precipitazioni in intensificazione nevose inizialmente al di sopra dei 1400 metri ma in abbassamento progressivo fino a raggiungere quote di 200-300 metri in serata sui rilievi centro-orientali; parzialmente nuvoloso sulle restanti zone ma con generale peggioramento con precipitazioni inizialmente occasionali sulla pianura del Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia, in intensificazione nel corso della giornata inizialmente sui rilievi liguri ed appennino emiliano-romagnolo per estendersi a fine giornata anche sulle restanti aree.

Maltempo, crollano le temperature e torna la neve al Nord-Est: Trentino Alto Adige imbiancato, oltre 30cm sulle Dolomiti [FOTO e VIDEO]

Centro e Sardegna: molto nuvoloso sulla Sardegna con rovesci che si intensificheranno nel corso della giornata divenendo anche temporaleschi sul versante orientale, in successiva attenuazione serale con schiarite; parzialmente nuvoloso sulle aree tirreniche con nebbie in banchi nottetempo ed al mattino nelle valli e pianure, in dissolvimento diurno ma con nubi in rapido aumento associate a precipitazioni che diverranno frequenti sulle aree interne anche temporalesche che insisteranno dalla sera su Toscana, Umbria ed alto Lazio; sereno o poco nuvoloso su quelle adriatiche ma con nubi in graduale aumento che determineranno locali rovesci nelle ore centrali in prossimità dei rilievi con tendenza a fine giornata a peggioramento sulle Marche con piogge in intensificazione.

Sud e Sicilia: molto nuvoloso o coperto sull’Isola con piogge sparse che si attenueranno gradualmente ad iniziare da ovest con schiarite in estensione verso est; molto nuvoloso su Campania, Calabria e Basilicata tirrenica con precipitazioni che si intensificheranno nel corso della giornata attenuandosi dalla sera; sereno o poco nuvoloso sui restanti settori con nebbie in banchi nottetempo ed al mattino sulla penisola salentina, in dissolvimento diurno; nel corso della giornata nuvolosità in aumento con locali rovesci pomeridiani sui rilievi in dissolvimento serale.

Temperature: minime senza apprezzabili variazioni. Massime in deciso calo al nord, stazionarie al centro-sud. Venti: deboli orientali al nord in graduale intensificazione fino a divenire forti in serata sul versante adriatico ed a ruotare da nord sulla Liguria; deboli variabili al centro-sud in rotazione a nordovest ed in intensificazione sulla Sardegna, e dalla sera sull’area ionica e del basso Adriatico. Mari: poco mossi o localmente mossi ma con moto ondoso in rapido aumento fino a molto mossi l’alto Adriatico ed il mare di Sardegna ma con moto ondoso in ulteriore aumento dalla sera sull’Adriatico settentrionale.

Domani, martedì 31 marzo

Nord: molte nubi compatte sulle aree alpine, prealpine ed appenniniche con nevicate dai 400-500 metri, in attenuazione nelle ore pomeridiane; seguiranno estesi spazi di cielo sereno sui relativi rilievi del Triveneto. Schiarite via via sempre più ampie sul restante settentrione, salvo annuvolamenti mattutini consistenti con locali piovaschi attesi sulle zone pianeggianti occidentali e sul restante territorio dell’Emilia-Romagna.

Centro e Sardegna: all’inizio cielo molto nuvoloso o coperto con deboli precipitazioni sparse su Sardegna, alta Toscana, Marche, Umbria orientale, Lazio centromeridionale e Abruzzo, più diffuse nel pomeriggio e localmente anche a carattere di rovescio o temporale sull’isola e zone laziali centromeridionali; nevicate sulla dorsale appenninica dai 500-600 metri, più frequenti dalle ore pomeridiane sul settore abruzzese. Dalla seconda parte della giornata atteso un graduale miglioramento con estese aperture sulla Toscana, in estensione serale a Umbria e Lazio centrosettentrionale.

Sud e Sicilia: estesa copertura un po’ ovunque con piogge, rovesci e locali temporali sulle regioni tirreniche peninsulari; precipitazioni deboli attese anche su Molise, Puglia settentrionale e, dal pomeriggio, sulla Sicilia tirrenica più diffuse, ma nevose dalla sera sui rilievi molisani oltre i 400-500 metri.

Temperature: minime in sensibile diminuzione al nord, meno marcata su Sardegna occidentale, entroterra delle Marche e Sicilia meridionale; in lieve rialzo su basso Lazio, Salento, Basilicata ionica e Calabria; senza variazioni di rilievo altrove. Massime stazionarie su Sardegna orientale, Lazio e Puglia centromeridionali, Campania, Basilicata e Calabria tirrenica; in decisa flessione sul restante centro-nord peninsulare e Molise, meno deciso sulla Puglia settentrionale; in aumento sulla Sicilia e localmente sul rimanente territorio sardo e calabrese. Venti: forti settentrionali sulla Liguria centroccidentale e da nord-est sulle aree costiere dell’alto adriatico con locali raffiche di burrasca, ma in attenuazione dalla sera; da moderati a forti da nord-est su Toscana, Umbria ed alto Lazio; da deboli a moderati dai quadranti settentrionali le restanti coste centromeridionali adriatiche dal pomeriggio; deboli variabili sulla Sardegna ma con tendenza a divenire dalla sera forti o molto forti orientali sulle bocche di Bonifacio; deboli dai quadranti orientali sulla Pianura padana e di direzione variabile sulle altre zone. Mari: da molto mosso ad agitato al largo il mar Ligure; da mossi a molto mossi mare e canale di Sardegna, Tirreno settentrionale e Adriatico; generalmente mossi lo stretto di Sicilia e lo Ionio; poco mosso il Tirreno centromeridionale, con moto ondoso in decisa intensificazione serale sul settore occidentale.

Previsioni per i prossimi giorni

Mercoledì 1° aprile. Nord: addensamenti compatti sulle aree alpine e prealpine centroccidentali con qualche residuo fiocco di neve atteso al primo mattino oltre i 500-600 metri; bel tempo sulle altre zone. Centro e Sardegna: sull’isola spesse velature accompagnate da locali piovaschi mattutini sul settore centromeridionale, ma in successivo, rapido esaurimento. Cielo sereno sulle regioni peninsulari, salvo residui annuvolamenti attesi nelle prime ore della giornata tra basso Lazio e rilievi abruzzesi con isolate piogge e qualche debolissima nevicata oltre i 500-600 metri. Sud e Sicilia: iniziali condizioni di cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse, specie sulle regioni tirreniche, nevose sulle relative aree appenniniche oltre i 500-700 metri; seguirà un deciso miglioramento con ampie aperture dapprima su Molise e Campania, Puglia garganica ed entroterra della Basilicata e poi, tra pomeriggio e serata, sul resto del meridione.

Temperature: minime in rialzo su pianura lombarda, Sardegna sudoccidentale e Sicilia; senza variazioni di rilievo su Calabria, nonché sulle zone pianeggianti piemontesi e su quelle pedemontane venete; in diminuzione altrove, più decisa sulle regioni centrali peninsulari; massime in sensibile calo su Sardegna, Lazio, Abruzzo e al sud della penisola, meno marcato su rilievi alpini, bassa Toscana, Umbria meridionale e coste tirreniche siciliane; stazionarie sul Friuli Venezia Giulia, Toscana orientale e nord Umbria; in tenue aumento sul resto del Paese. Venti: deboli orientali sulla Pianura padana, settentrionali al mattino sulla Liguria e variabili sul resto del nord e Sicilia; moderati dai quadranti settentrionali sul resto del Paese, con ulteriori rinforzi su Toscana, alto Lazio, al sud peninsulare e Sardegna; su quest’ultima attese raffiche di burrasca forte sulle bocche di Bonifacio. Mari: da molto mossi ad agitati mare e canale di Sardegna; mossi o molto mossi i restanti bacini con moto ondoso in attenuazione dal pomeriggio sull’Adriatico settentrionale.

Giovedì 2 aprile: estesa e consistente copertura sulle due isole maggiori con precipitazioni deboli ma diffuse, in riduzione dalla sera; bel tempo altrove, seppur con velature sempre più spesse sul resto del sud.

Venerdì 3 aprile: ancora molte nubi sulle regioni ioniche con deboli fenomeni associati, più diffusi e frequenti dal pomeriggio, quando tenderanno ad interessare anche la Campania meridionale; addensamenti consistenti sui rilievi alpini confinali, Sardegna e Abruzzo, ma in un contesto asciutto; cielo pressoché sereno altrove.

Sabato 4 aprile: ulteriore peggioramento sulle regioni ioniche con condizioni di maltempo diffuso, con particolare riferimento alla Calabria orientale; ampio soleggiamento sul resto del Paese, interrotto da spesse velature sul resto del sud e annuvolamenti mattutini compatti su Alpi, basso Lazio e Abruzzo meridionale.

Domenica 5 aprile: miglioramento deciso sul settore ionico; bel tempo sul resto del Paese.