Maltempo, violenti temporali al Sud per il Ciclone-Bomba: gravi danni in Calabria e Sicilia

Maltempo, Sud sott’acqua per il Ciclone-Bomba: gravi danni in Calabria e Sicilia. L’Allerta Meteo si sposta al Centro, allarme in Abruzzo

Allerta Meteo – Il “Ciclone-Bomba” che da ieri sta colpendo il Sud Italia sta provocando danni e disagi in molte Regioni. Le più colpite dalle piogge torrenziali sono state Sicilia e Calabria, dove si registrano situazioni di pesante criticità. Da ieri in Sicilia sono caduti 345mm di pioggia a Linguaglossa, 245mm ad Antillo, 173mm ad Augusta, 168mm a Catania, 158mm a Modica e Riposto, 150mm a Pedara, 138mm a Siracusa, 131mm a Pantelleria, 114mm a Novara di Sicilia e Francofonte, 115mm a Monreale, 112mm a Palazzolo Acreide, 105mm a Palermo e Mineo, 97mm a Lentini, 95mm a Ragusa e Misilmeri. In Calabria sono caduti 330mm di pioggia a Chiaravalle Centrale, 296mm a Pagliarelle, 280mm a Fratta di Mesoraca, 252mm a Petilia Policastro, 254mm a Fabrizia, 220mm a Santa Cristina d’Aspromonte, 218mm a Cotronei e Palermiti, 215mm a Petronà, 190mm a Cittanova, 188mm a Savelli, 179mm a Gimigliano, 143mm a Catanzaro.
Sia in Sicilia che in Calabria si registrano pesanti criticità.

Maltempo in Calabria, frana minaccia palazzine: evacuazioni a Celico

La neve e le abbondanti piogge delle ultime ore hanno determinato un movimento franoso avvenuto stamattina, alle prime luci dell’alba nel comune di Celico, in provincia di Cosenza. Sono stati i residenti della palazzina, svegliati dal forte rumore, ad allertare le forze dell’ordine. Il fango e i detriti, oltre ad aver compromesso parte della struttura, hanno causato il cedimento di parte del parcheggio antistante. Un’autovettura che era parcheggiata e’ stata trascinata dalla forza del fango ed e’ finita a valle. Il sindaco di Celico Antonio Falcone, conferma che non ci sono persone rimaste ferite, e che con il supporto della Protezione Civile, considerata anche l’emergenza Coronavirus, si sta lavorando alla messa in sicurezza dell’area interessata e a fornire assistenza alle famiglie coinvolte. Cinque, le persone appartenenti a due distinti nuclei familiari che sono state sistemate momentaneamente presso parenti.

Maltempo in Calabria, a Catanzaro si apre voragine e inghiotte ruota di un bus

Si apre voragine sull’asfalto e la ruota di un autobus dell’Azienda municipale per la mobilita’ in transito finisce inghiottita. E’ successo a Catanzaro in una zona centrale della citta’ all’innesto tra via Corrado Alvaro e via Alesssandro Turco. Nessuna conseguenza per l’autista del mezzo e per i quattro passeggeri a bordo. Le forti piogge che nelle ultime ore si sono abbattute sul capoluogo calabrese hanno molto probabilmente provocato un cedimento dell’asfalto che al passaggio dell’autobus ha ceduto finendo per incastrare una delle quattro ruote. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale che hanno provveduto soccorrere le persone che erano sul mezzo assicurandosi che non ci fossero danni. Il bus e’ stato posto in sicurezza. In provincia di Catanzaro, a Marcellinara, nella zona industriale un albero e’ stato abbattuto dal vento ed e’ caduto su un’auto in transito, illeso il conducente. Danneggiato solo il parabrezza della vettura.

Maltempo in Calabria, gravi danni a Crotone

Il Maltempo che imperversa da ieri in tutta la Calabria sta provocando danni anche nel Crotonese. La notte scorsa a Isola Capo Rizzuto il forte vento e la pioggia incessante hanno provocato il crollo del tetto dell’ufficio postale. Il Comune, pertanto, ha invitato i cittadini di Isola Capo Rizzuto che a partire da oggi devono riscuotere la pensione a recarsi nella sede delle Poste della frazione Le Castella. Resta invariato l’ordine alfabetico gia’ stabilito dall’ufficio postale per il ritiro delle pensioni. Il forte vento e le mareggiate hanno provocato problemi anche alle imbarcazioni ormeggiate nel porto di Crotone. A Strongoli, invece, sono previsti problemi per l’erogazione dell’acqua potabile almeno per tutta la giornata di oggi. Lo ha reso noto il commissario del Comune Umberto Pio Campini in base alla segnalazione della Sorical (l’azienda che gestisce le risorse idriche della Calabria) secondo la quale, a causa delle avverse condizioni atmosferiche, l’impianto di potabilizzazione e’ in blocco di processo quindi fermo per alta torbidita’. Sono al lavoro i tecnici tempestivamente attivati per fare un monitoraggio sull’opera di presa e verificare dello stato attuale del fiume.

Maltempo in Sicilia, automobilista soccorso a Siracusa: era bloccato in auto

I vigili del fuoco di Siracusa hanno soccorso un automobilista che era rimasto bloccato in auto, alle prime ore del mattino, a causa dell’allagamento della sede stradale. L’intervento dei vigili del fuoco, in contrada Laganelli, e’ stato provvidenziale per consentire all’uomo di uscire dall’auto quando l’acqua aveva quasi raggiunto il finestrino. Ieri la provincia di Siracusa e’ stata colpita da un’ondata eccezionale di maltempo, con i vigili del fuoco costretti a intervenire in numerose situazioni di pericolo: strade, cantine e seminterrati allagati, persone bloccate, cartelli pubblicitari e recinzioni scardinati. In diverse zone della provincia aretusea si sono verificati smottamenti. Chiusa al traffico la Statale 114 ‘Orientale Sicula’, nel territorio di Priolo Gargallo, a causa dell’allagamento della sede stradale. Sul posto e’ presente il personale dell’Anas. Riaperta la Statale 114 ‘Orientale Sicula’ che era stata chiusa per allagamenti all’altezza di Priolo Gargallo.

Maltempo in Sicilia, allagamenti a Mondello: cittadini esasperati

Da Mondello alla circonvallazione alla via Imera, aree che da anni subiscono danni e disagi a causa delle piogge. Stamattina sulla via Principe di Scalea, una delle arterie principali della borgata marinara del capoluogo siciliano, la strada era completamente allagata, con almeno trenta centimetri d’acqua. “Con le costrizioni che viviamo attualmente – dice Michele Giammancheri, un residente di via Principe di Scalea – l’allagamento e’ un colpo di grazia: la mia automobile e’ in panne perche’ il circuito elettrico e’ compromesso dall’umidita’, non posso raggiungere il supermercato in nessun modo e i miei vicini vivono la stessa condizione. Ho telefonato a tutti i centralini dei soccorsi, ma senza esito. Ho anche parlato, a distanza, coi militari che transitavano con una camionetta e mi hanno detto che alle 7 di stamane hanno segnalato la situazione. I tombini sono intasati e l’acqua non defluisce. Un paio di giorni fa gli operai del Comune hanno potato alcuni alberi e il fogliame residuo ha finito per intasare ulteriormente gli scarichi”. “Se dovesse piovere ancora – aggiunge – anche la casa sara’ invasa dall’acqua, come i piani bassi piu’ a valle che gia’ sono allagati. Non e’ una situazione sostenibile, ne’ compatibile con gli attuali divieti che non consentono alle persone di muoversi. Qui piove sul bagnato, Siamo isolati e indignati per una situazione che si protrae da tempo immemorabile e che in tempi di pace nessuno ha ritenuto di doversene occupare”.

Maltempo in Sicilia, isole Eolie isolate da due giorni: albergo allagato

Da quasi due giorni le isole Eolie sono isolate. Dopo lo Scirocco di ieri, dalla notte scorsa soffiano forti raffiche di vento da ovest che hanno anche raggiunto i 50 chilometri di velocita’. Fermi ai porti aliscafi e traghetti. A Milazzo sono rimasti bloccati anche camion con derrate alimentari destinate alle isole dell’Arcipelago I veloci mezzi hanno viaggiato fino alla tarda mattinata di ieri. Alle Eolie si contano i danni dopo le violente mareggiate di ieri che hanno flagellato strade e porti con il lungomare di Canneto a Lipari allagato e pieno di detriti

Maltempo anche in Campania, forte vento: tegole e cartelloni abbattuti

Tegole volate dai tetti, alberi caduti e cartelloni pubblicitari a terra. Si e’ svegliata cosi’ la provincia di Caserta a causa delle forti raffiche di vento. Chiamate alle sale operative dei Vigili del Fuoco di Caserta stanno arrivando da Caserta, Marcianise, Sessa Aurunca, Maddaloni e Capua. A Marcianise nella scuola elementare Mazzini un grosso albero e’ caduto poggiandosi sul tetto di un edificio accanto. Una tragedia sfiorata grazie all’assenza di bambini a scuola in questo periodo a causa dell’emergenza sanitaria. A Sessa Aurunca numerose sono state le chiamate di intervento per le tegole volate via dai tetti delle abitazioni. A Santa Maria Capua Vetere un grosso cartellone pubblicitario e’ caduto sulla carreggiata, fortunatamente non c’era in quel momento alcuna auto in transito. Richieste di intervento anche nell’agro aversano per alberi spezzati.

Maltempo in Campania: cede strada e rompe condotta, Avellino senz’acqua

Prima una abbondante nevicata dal pomeriggio di ieri fino a tarda notte, poi la pioggia che ha sciolto tutto; l’acqua ha rigonfiato un tratto stradale che ha ceduto, provocando la rottura di una condotta idrica importante. Avellino si e’ risvegliata stamane con i rubinetti a secco. Il cedimento in via Tuoro Cappuccini, dove la strada si e’ trasformata in un fiume. Si riversano centinaia e centinaia di litri d’acqua al minuto e i tecnici dell’Alto Calore Servizi sono al lavoro per ripristinare la condotta. Non e’ possibile stabilire quando sara’ possibile ripristinare l’erogazione dell’acqua in tutta la citta’. Centinaia le segnalazioni agli uffici comunali e all’azienda idrica da parte di cittadini costretti in casa dalla quarantena e privati all’improvviso dell’acqua.

Freddo e maltempo anche al Nord: Bologna imbiancata da una leggera nevicata

Bologna imbiancata per una leggera nevicata mista pioggia caduta nella mattinata, cosi’ come Modena e il Reggiano, mentre sull’appennino bolognese la neve – sopraggiunta in un clima gia’ primaverile, con gli alberi in fiore – era cominciata a cadere gia’ nella notte al di sopra dei 400 metri con accumuli al suolo di alcuni centimetri. Deboli e sporadiche le precipitazioni in pianura: sull’autostrada, deboli nevicate si sono registrate sull’A1 tra Modena Nord e il bivio con l’A1, e sul tratto appenninico dell’A1. Nessun problema sulle strade intorno alla citta’ , informa l’area metropolitana bolognese, anche per la scarsa presenza di traffico. Oltre i 700 metri – sulle statali 26 , 79 e su alcuni provinciali- sono stati effettuati alcuni interventi di salatura contro il gelo, mentre alcuni spartineve sono usciti nella zona appenninica sui 700/800 metri di altezza, dove si sono registrati al suolo accumuli dtra i 5 e i 10 centimetri. Al Corno alle Scale, sull’Appennino tosco emiliano, sono caduti circa 20 cm dalla notte scorsa. I fenomeni nevosi, informa il servizio meteo regionale, dovrebbero attenuarsi in tarda mattina e cessare in giornata: temperature in aumento, da 1 grado di Bologna ai 5 gradi da Imola alla costa.

Maltempo, forte vento di bora in Friuli Venezia Giulia

Situazione meteorologica radicalmente mutata rispetto ai giorni scorsi in Friuli Venezia Giulia, con cielo coperto, freddo e anche qualche spruzzata di neve in mattinata sui rilievi oltre i 400 metri. La situazione piu’ difficile si registra comunque a Trieste dove soffia un impetuoso vento di bora con raffiche che hanno toccato i 120 chilometri all’ora. Una situazione che durera’ tutta la giornata e che, secondo le previsioni dell’Osmer Arpa Fvg, tendera’ a diminuire solo nella giornata di domani. Sotto pressione causa il vento di E-N-E soprattutto i Vigili del Fuoco del Comando di Trieste diretto da Mauro Luongo con quelli dei distaccamenti di Opicina e Muggia. Praticamente non si contano (ma sono centinaia) gli interventi per la messa in sicurezza di alberi, rami, cartellonistica stradale, infissi e grondaie pericolanti, molti dei quali effettuati con autoscale. Qualche danno anche ad alcune vetture. Per quanto riguarda le temperature queste sono positive nei capoluoghi, sotto lo zero in montagna. Per le prossime 24 ore sul Fvg si prevede ancora cielo in prevalenza nuvoloso, soffiera’ bora moderata in pianura, forte al mattino sulla costa, sostenuta durante il giorno. Temperature in aumento.

Maltempo, allerta neve e gelo in Liguria

Arpal Liguria ha emanato un allerta gialla per neve tra la Val Bormida e la Valle Stura da questo pomeriggio alle 16 fino alle 11 di domani. Vento gelido da nord est con raffiche che hanno superato i 190 km/h ha investito il lago di Giacopiane (192.6 km/h ?alle 7.30?). Venti molto intensi anche a Casoni di Suvero e a Fontana Fresca (sopra Sori), entrambi con 139 km/h, mentre hanno soffiato a 104 km/h ad Arenzano, 88 km/h sul Cadibona e 77 km/h al Porto Antico di Genova. Rigide le temperature notturne nell’entroterra, fra le piu’ fredde dell’inverno appena concluso: -10.1 C a Poggio Fearza, nell’imperiese e -9 a Pratomollo (Genova).

Maltempo e freddo in Piemonte, qualche fiocco di neve a Torino

Restano molto fredde anche dopo le 13 le temperature in Piemonte, con nevicate a partire dai 300-400 metri, anche se quasi sempre si tratta solo di deboli precipitazioni o nevischio. Qualche sporadico fiocco di neve e’ caduto anche su Torino spinto dal vento. Le nevicate, che nel pomeriggio dovrebbero spostarsi dagli 800 metri in su, dovrebbero riguardare soprattutto il nord-ovest del Piemonte, meno interessato il nord-est della regione.

L’Allerta Meteo si sposta al Centro: attenzione in Abruzzo

Nelle prossime ore il maltempo si sposterà sul Centro Italia, versante Adriatico. La Regione più colpita sarà l’Abruzzo, dove avremo piogge torrenziali: sta già diluviando su tutto il territorio Regionale con 71mm di pioggia giornaliera a Controguerra e 48mm a Pescara. A rischio nubifragi anche in Gergano, dove sono già caduti 118mm di pioggia a Cagnano Varano: nel pomeriggio/sera avremo piogge torrenziali con picchi di ulteriori 100mm sia sul Gargano che in Abruzzo, e continuerà a piovere anche domani su gran parte d’Italia. Per monitorare la situazione meteo in tempo reale, ecco le migliori pagine del nowcasting:

Allerta Meteo, forte maltempo per altre 48 ore: tanta NEVE fino abassa quota [MAPPE e DETTAGLI]