fbpx

Coronavirus, Siclari: “donati 15mila paia di guanti alla città di Villa San Giovanni”

coronavirus

Coronavirus: Giovanni Siclari, in quanto sospeso dalla carica di sindaco di Villa San Giovanni, non potendo in altro modo stare vicino alla sua comunità in questo momento di particolare emergenza e crisi, ha deciso di donare 15mila guanti in lattice alla città

Giovanni Siclari, in quanto sospeso dalla carica di sindaco di Villa San Giovanni, non potendo in altro modo stare vicino alla sua comunità in questo momento di particolare emergenza e crisi, ha deciso di donare 15mila guanti in lattice alla città. “Non posso fare molto da lontano è vero ma proprio per questo e per fare sentire la mia vicinanza alla città ho acquistato 15mila paia di guanti in lattice da distribuire a chi è in prima linea e chi ne avesse bisogno. Ho tentato invano di recuperare delle mascherine che sono consapevole siano lo strumento più idoneo in questo momento ma altrettanto introvabili. Per questo, nei supermercati Eurospar di Villa San Giovanni, potrete ritirare i guanti. Sono vicino alla mia città e questo piccolo gesto vuole solo dimostrare che sono convinto che uniti usciremo da tutto questo più forti di prima”. 

Giovanni SiclariNon manca il pensiero, seppur da lontano, a chi questa guerra la sta combattendo in prima linea. “In questo momento così delicato e particolare per tutti noi, in un tempo che ci sta mettendo alla prova con una pandemia mondiale e migliaia di perdite per il nostro paese, sto soffrendo doppiamente perché non posso essere vicino alla mia città. Non posso fare altro che ringraziare chi sta combattendo per noi in prima linea, medici e personale sanitario, forze dell’ordine e tutti coloro che con spirito di collaborazione stanno aiutando chi è in difficoltà. Penso ai volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa solo per fare un esempio. Vorrei fare molto di più ma la situazione spiacevole in cui mi trovo, sospeso dalla mia carica di sindaco di Villa San Giovanni e lontano dalla mia città, non mi consentono di fare molto. Nonostante tutto, però, resto in perenne contatto con gli amministratori che in questo momento stanno affrontando tante difficoltà”.