Emergenza Coronavirus, la chiave reale dei dati è nel numero di tamponi effettuati: la sorpresa della Calabria [DETTAGLI]

Emergenza Coronavirus, l’analisi dei dati sui tamponi effettuati in ogni Regione: campione più o meno analogo in tutt’Italia rispetto al numero di abitanti, ma al Nord i contagiati superano il 30% dei contagiati mentre in Calabria sono appena il 6,6%

La chiave dell’analisi dei dati sull’epidemia di Coronavirus in Italia è nel numero dei tamponi, nel rapporto tra i tamponi effettuati e i casi positivi e nel rapporto tra i tamponi effettuati e la popolazione delle varie Regioni. Incrociando questi dati, abbiamo calcolato la percentuale dei casi positivi sui tamponi effettuati in ogni Regione, e la percentuale dei tamponi effettuati sulla popolazione Regionale.

L’ultimo dato nella tabella che pubblichiamo in basso, a corredo dell’articolo, ci indica quanto è grande il campione preso in analisi: a livello Nazionale siamo allo 0,59% della popolazione che è stata testata con l’apposito tampone da Coronavirus, che – è bene ricordarlo – viene effettuato solo su soggetti che manifestano sintomi influenzali come indicato dall’OMS.

luca zaiaQuesto dato, però, varia molto da Regione a Regione: il Veneto, dove il Governatore Zaia ha deciso di fare tamponi a tappeto, ha un campione dell’1,61% della popolazione che è stata testata. Elevato anche il numero del Trentino Alto Adige (1,15%), mentre il campione più basso è quello della Campania (0,14%). In realtà però queste differenze sono irrisorie: il dato medio è statisticamente valido per tutte le Regioni.

coronavirus-tamponeIl dato più importante in assoluto è la percentuale di casi positivi sul numero di tamponi effettuati: ci indica, su un campione che abbiamo visto essere più o meno analogo per tutte le Regioni, quanto l’infezione stia circolando nella popolazione di quella Regione. E qui emergono differenze abissali tra il Nord e il Centro/Sud. Le Regioni con la percentuale più alta sono Lombardia (39,7% di positivi sui controllati), Piemonte e Marche (36,1%), Liguria (35,1%) e Valle d’Aosta (33,9%). Significa che in base al campione in analisi, in queste Regioni una persona su 3 è affetta da Coronavirus (e non conosciamo il numero di asintomatici positivi, perchè sugli asintomatici non viene fatto il tampone).

Molto differente la situazione del Sud: la Calabria è la Regione meno colpita in assoluto, con il 6,6% dei casi positivi sui tamponi effettuati. Significa che in Calabria soltanto una persona su 15 è affetta da Coronavirus. Molto bassa anche la percentuale del Lazio, oltre all’anomalia Veneto che dipende dall’elevatissimo numero di tamponi effettuati rispetto alla popolazione. Di seguito tutti i dati:

coronavirus italia tamponi 26 marzo 2020