fbpx

**Coronavirus: Orlando, ‘no sgangherati dibattiti su riaperture, decidono tecnici**

Roma, 31 mar. (Adnkronos) – “Ecco adesso ci vuole solo una bella discussione da fare via social, giornali e tv su il giorno in cui riaprire(prima o dopo Pasqua, meglio di Lunedì o di Sabato) e poi se riaprire per filiera, per zona, per altezza, età colore dei capelli…”. Lo scrive il vicesegretario del Pd, Andrea Orlando, su Fb. “Gli effetti di questa allegra (si fa per dire) e sgangherata discussione rischiano di essere molteplici aumentare la confusione (come se il virus non ne avesse creata abbastanza) e trasmettere l’idea che si può iniziare a rompere le righe o almeno ‘allentare’ un po’, con il rischio di vanificare gli sforzi fatti sin qui”.
“E soprattutto, questa è la cosa più grave, facendo passare in qualche modo il messaggio che ci sia qualcuno che vuole tenere gli italiani reclusi anche solo un minuto più di ciò che è ritenuto necessario dalle autorità sanitarie. è evidente che se proseguiranno i trend di questi giorni, segno che le misure di contenimento stanno funzionando, si potrà avviare un progressivo processo di ripresa delle attività. Saranno i tecnici a stabilire però il quando. Ed è giusto chiedere sin d’ora al Governo e al ministero della Sanità, in primo luogo, di lavorare per avere indicazioni chiare per l’ora X, indicazioni che dovranno essere comunicate con il giusto anticipo”.
“Nessuno può impedire, per fortuna, agli esponenti politici e a quelli di governo di esercitarsi in congetture, ipotesi, scenari. E sono consapevole che in questo momento l’informazione è comprensibilmente affamata di questo genere letterario. Se però tutto questo si sviluppasse con una certa ‘continenza’ e ripetendo sempre che dovranno essere gli organi tecnico scientifico ad esprimersi, credo renderemmo un utile servizio al Paese”, conclude.