fbpx

Coronavirus, il governatore Santelli lancia l’allarme per la Calabria: “ho solo 100 posti di terapia intensiva, come faccio? Non possiamo aspettare 45 giorni per i macchinari”

elezioni Jole santelli jole © Foto StrettoWeb

Coronavirus, le dichiarazioni di Jole Santelli governatore della Calabria

Proprio questa mattina ho parlato con il ministro Francesco Boccia e con il ministro della Salute Roberto Speranza: questa e’ la prima emergenza che stiamo affrontando senza che ci sia un controllo diretto o un coordinamento da parte delle prefetture, cosa che comporterebbe la possibilita’ di utilizzare le forze dell’ordine e l’esercito“. Lo ha detto Jole Santelli, governatore della Calabria a “Mezz’ora in piu'” su Rai3. Santelli ha precisato che con i governatori delle altre regioni si stanno sentendo tutti i giorni in una sorta di conferenza permanente Stato-Regioni. “Abbiamo spesso chiesto misure nazionali – ha detto Santelli – perche’ se cosi’ fosse ci sarebbe anche la possibilita’ di usare forze dell’ordine e esercito. Io credo che vada coinvolto piu’ pienamente il Viminale e anche l’esercito non solo per i controlli su coloro che arrivano da fuori regione ma anche per quanto riguarda la spedizione e la consegna del materiale, per tutta una serie di incombenze che oggi, non so come facciano gli altri ma non e’ cosi’ semplice risolvere“. Al momento, ha precisato, l”emergenza e’ ordinaria. Ma il problema, precisa Santelli, e’ se l’emergenza diventa straordinaria anche al Sud. “Stiamo tutti lavorando per riconvertire gli ospedali, stiamo spostando reparti, pero’ abbiamo bisogno dei macchinari, sia di dispositivi di protezione che mezzi per i reparti. Io ho ricevuto una mail che credo abbiano ricevuto anche i miei colleghi e mi dicono che i macchinari arriveranno qui tra 45 giorni. Ho 100 posti di Terapia intensiva che faccio? Che fanno i sanitari? Mi auguro che il dottore Arcuri possa abbattere i tempi al piu’ presto“.

Coronavirus, i dati aggiornati per la Calabria: 68 positivi, 6 ricoverati in terapia intensiva. I DETTAGLI città per città