fbpx

Coronavirus: Gadda (Iv), ‘fondi anche per terzo settore e no profit’

Roma, 15 mar. (Adnkronos) – ‘Il decreto che il governo sta per emanare con le prime misure economiche e di sostegno, includa anche il terzo settore.” Così Maria Chiara Gadda, deputata di Italia Viva e promotrice della legge Antispreco.
‘Mi riferisco – prosegue Gadda – agli enti socio assistenziali, alle associazioni culturali così come a quelle del mondo sportivo dilettantistico. Nel terzo settore operano oltre 5,5 milioni di volontari e un milione di lavoratori a cui è necessario dare delle risposte urgenti, anche alla luce del prezioso lavoro che stanno svolgendo in queste ore a sostegno delle persone più fragili. In particolare serve che tutti gli enti beneficino dei termini per la sospensione di adempimenti e tributi, ma sono necessari anche interventi diretti di sostegno”.
“Il ministro dello Sport Spadafora colga il richiamo delle associazioni sportive dilettantistiche a non dimenticarsi di chi opera e lavora nel mondo dello sport dilettantistico. Le misure allo studio, di indennizzo una tantum per i lavoratori autonomi, riguardino anche gli istruttori, gli allenatori, gli educatori e in generale tutte le figure impegnate nelle asd, ssd e negli organismi sportivi. Lo stesso dicasi per tutti gli altri operatori e professionisti del terzo settore. In caso contrario si stabiliscano degli indennizzi diretti al mondo associativo e del volontariato”.