fbpx

Nei porti di Villa e Reggio mancano i controlli sui passeggeri: dipendente Blu Jet positivo al coronavirus, sindacati minacciano il blocco dei mezzi veloci sullo Stretto di Messina

/

Filt Cgil e Uiltrasporti Messina: “Persiste la mancanza di adeguati controlli sanitari agli imbarchi mezzi veloci Blu Jet nei porti di Villa San Giovanni e Reggio Calabria. In mancanza di interventi si sospenderanno le attività”

Le segreterie di Filt Cgil e Uiltrasporti hanno segnalato già 5 giorni fa, con nota formale inviata a tutte le Istituzioni competenti, la mancanza di adeguati controlli sanitari agli imbarchi dei mezzi veloci Blu Jet nei porti di Villa San Giovanni e Reggio Calabria.

Ed è notizia delle ultime ore che un componente dell’equipaggio sarebbe risultato positivo al coronavirus: “Ad oggi constatiamo che nulla è cambiato nonostante l’emergenza sanitaria stia deflagrando anche in Sicilia.

Ci risulta che in queste ore un componente degli equipaggi di Blu Jet sia risultato positivo al Covid 19 e pertanto invitiamo gli enti preposti e l’azienda a porre subito in essere le procedure previste a tutela dei restanti lavoratori dell’equipaggio o di quanti possano esserne stati a contatto durante il servizio”- scrivono i sindacati.

Passeggero sbarca a Messina con la febbre a 39

“Resta anche senza riscontro la posizione sanitaria di un viaggiatore sottoposto lo scorso 26 marzo a controlli medici presso l’ospedale Papardo dopo essere sbarcato a Messina con febbre alta e controllato dal cordone sanitario dislocato unicamente al porto di Messina. Il persistere di inadeguati o assenti controlli medico-sanitari presso gli imbarchi di Villa SG e Reggio Calabria, rendono insufficienti gli sforzi posti in campo dalle aziende a tutela dei dipendenti”– proseguono i sindacati.

Nonostante le segnalazioni alle Istituzioni di questi sindacati, il persistere di tale situazione sarebbe una colpevole omissione ancor più grave se porterà a conseguenze per la salute dei lavoratori marittimi o dell’indotto”.

Se con urgenza le Istituzioni competenti non daranno adeguato riscontro ponendo in essere gli interventi necessari”, Filt Cgil e Uiltrasporti non escludono, a tutela della salute e della sicurezza di chi opera, a mare e a terra, che “si procederà al blocco cautelativo di tutte le attività di traghettamento veloce tra le sponde dello Stretto”.