fbpx

Coronavirus in Calabria: deferiti due giovani trovati in possesso di droga, erano usciti di casa senza valido motivo

Coronavirus in Calabria: i due giovani sono stati trovati dai Carabinieri in possesso di droga

Le rigide prescrizioni governative non scoraggiano l’uso di droga sul territorio provinciale. Così i Carabinieri della Stazione di Filandari, impegnati in una serie di controlli finalizzati a verificare il rispetto delle norme governative in materia di Covid-19, hanno fermato due giovani C.C.V, 27 anni, incensurato e R.A., 21 anni, entrambi di Rombiolo, a bordo di una Lancia Musa, chiedendo le ragioni della loro presenza in quel luogo. Dinanzi a una risposta confusa e non convincente da parte del conducente, incapace di fornire adeguate motivazioni per sé e per il passeggero e dopo aver subodorato la presenza di droga, i Carabinieri della Stazione di Filandari hanno proceduto a perquisire i due giovani e la vettura su cui viaggiavano. E all’interno hanno ritrovato due involucri di carta stagnola contenenti, rispettivamente, 2,5 grammi e 5 grammi di marijuana e un terzo con 0.80 grammi di cocaina. Il materiale ritrovato è stato posto sotto sequestro.
I due giovani sono stati segnalati alla Prefettura di Vibo per la violazione amministrativa dell’ art. 75 D.P.R. 309/90 e deferiti in stato di libertà perché, in assenza di comprovate ragioni dettate da stato di necessità, sanitarie o di lavoro, si muovevano liberamente in barba alle attuali disposizioni governative.