Carbone: “Toscano può allenare la Reggina in Serie A”. Il mister svela anche un retroscena sul presidente Foti

reggina carbone toscano

Benny Carbone ha speso belle parole per l’amico Mimmo Toscano e raccontato di un retroscena di calciomercato con la Reggina che coinvolge il presidente Foti

Benny Carbone si è raccontato in una lunga intervista sul canale Instagram del famoso giornalista Nicolò Schira. L’allenatore originario di Bagnara Calabra ha parlato anche della Reggina e del suo amico Domenico Toscano. Ecco di seguito i passaggi più significativi della chiacchierata social.

TOSCANO“Mimmo e il suo vice Michele Napoli stanno facendo un lavoro incredibile alla Reggina. Sono due miei grandi amici, ma sono obiettivo, hanno dimostrato di essere allenatori vincenti. Hanno vinto ovunque: a Cosenza, a Terni, al Novara e adesso a Reggio. Sono convinto possano fare grandi cose anche in B e hanno tutto per poter allenare pure in Serie A”.

LILLO FOTI“Nel primo anno al Parma non ho giocato praticamente mai. A dicembre poi c’è stato il crack Parmalat e andarono via i migliori come Adriano. Io scelsi di restare nonostante la chiamata di Lillo Foti che voleva riportarmi alla Reggina. L’ho fatto per rispetto a un grande allenatore e una persona vera come Cesare Prandelli”.

CATANZARO“Pensavo di fare una scelta di cuore verso la mia terra e invece fu un grandissimo errore. Per andare a Catanzaro lasciai due anni di contratto che avevo col Parma. Sono stato il parafulmine di tutte le problematiche, qualcuno mi ha messo contro la città senza alcuna motivazione. È stata una parentesi negativa della mia carriera. Amo Catanzaro città, ma la cancello come esperienza della mia carriera”.