fbpx

Calabria: terremoto nell’Udc, a San Nicola da Crissa autosospensione in blocco

lorenzo-cesa

Calabria: continuano le reazioni a catena innescate dalle parole di Lorenzo Cesa che non sono andate per niente giù a nessuno degli esponenti ormai ex, dello scudo crociato

Continuano le reazioni a catena innescate dalle parole di Lorenzo Cesa che non sono andate per niente giù a nessuno degli esponenti ormai ex, dello scudo crociato. Dopo Capistrano, arriva anche San Nicola da Crissa dove il coordinatore cittadino Pasquale Ficchì ha deciso di autosospendersi insieme a tutti i tesserati appartenenti al gruppo comunale dello scudo crociato. “Inappropriate le considerazioni verso un giovane leader che è riuscito ad aggregare in questo partito, giovani da tutte le parti. Senza il suo personale impegno tutto ciò non sarebbe successo. Questa azione fuori luogo, ci ha permesso di capire ancora una volta come il partito lavori con logiche di potere e non di rinnovamento che avendo visto come va la Calabria, a noi non ci appartengono, pertanto ci autosospendiamo in massa dall’ udc, consapevoli che l’ammirazione verso il nostro leader Martino rimane incondizionata ovunque e qualunque progetto esso potrà sposare in futuro”. E’ quanto scrive in una nota il Dott. Pasquale Ficchì, ex coordinatore cittadino Udc San Nicola da Crissa.