“Va lavati i peri e va curcati”, e Auteri “si lava i mani” e non saluta Toscano: sarà psicosi Coronavirus…

auteri toscano stretta di mano

Da “va lavati i peri a va curcati” ad Auteri “si lava i mani” e non saluta Toscano: il tecnico giallorosso forse è affetto da psicosi da coronavirus

Per i tempi che corrono meglio non scherzare. Al termine della partita il tecnico Gaetano Auteri non ha ricambiato la stretta di mano al collega Mimmo Toscano, che si era avvicinato con educazione all’avversario per fargli comunque i complimenti. Probabilmente l’allenatore del Catanzaro ha voluto seguire le indicazioni degli esperti sanitari, in merito alla diffusione del COVID-19. Per prevenzione i medici suggeriscono di evitare saluti e contatti ravvicinati, così Auteri avrà seguito alla lettera il consiglio, rientrando in fretta negli spogliatoi per lavarsi le mani ed evitare possibili contagi. Altro dunque che maleducazione, come pensa qualche tifoso amaranto, si tratta solo di psicosi da coronavirus. Non solo il “va lavati i peri e va curcati” della gara di andata, il mister giallorosso con questa nuova sconfitta avrà appreso anche una nuova lezione di igiene e pulizia personale.

Catanzaro-Reggina, Auteri: “A Toscano non ho stretto la mano, non può permettersi di sbraitare”

Catanzaro-Reggina, Toscano: “Auteri non mi ha stretto la mano, problemi suoi. Non abbiamo rubato nulla”

Catanzaro-Reggina, le pagelle di StrettoWeb. Guarna prega: “Scusi, chi ha fatto palo?”