Risanamento a Messina. La proposta di Giannetto, De Leo e Cipolla: “un tavolo permanente con tutta la deputazione messinese”

Obiettivo del tavolo la definizione di una proposta normativa per il Risanamento di Messina

Un tavolo permanente per il Risanamento a Messina, con la convocazione di tutti i vari livelli di rappresentanza cittadina, locale (Consiglieri Comunali, Presidenti e Consiglieri Circoscrizionali), regionale (Deputati Regionali) e nazionale (Deputati e Senatori) e di tutti i vari livelli responsabilità amministrativa impieganti sulle politiche del Risanamento cittadino (Vertici ARISME). È la richiesta dei consiglieri comunali Serena Giannetto, Alessandro De Leo e Francesco Cipolla alla luce del fatto che “le politiche del Risanamento rappresentano il tema centrale dell’agenda politica cittadina”  e considerato “il fallimento dei risultati fino ad oggi ottenuti, imputabile alla inadeguatezza delle politiche messe in campo”. Secondo i consiglieri comunali occorre invocare la totale unità delle forze di rappresentanza, locale, regionale, nazionale, per programmare, pianificare e definire una piattaforma rivendicativa unica e il tavolo può rappresentare la sede idonea in cui possano trovare composizione e sintesi distinzioni e differenze di vedute, “evitando così che esse possano deprimere, ostacolare o far perdere di forza l’azione rivendicativa della città”. Obiettivo del tavolo, la definizione di una proposta normativa di livello generale, regionale e/o nazionale, che preveda “adeguati poteri speciali o commissariali o emergenziali e le adeguate risorse finanziarie, da sostenere unitariamente nelle sedi deputate, per dare così risposta definitiva all’annoso e doloroso problema che affligge la nostra città. Non è più ulteriormente tollerabile lasciare vivere migliaia di persone in condizioni sub-umane”- sottolineano i consiglieri.


Segui StrettoWeb su Instagram

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE