fbpx

Emergenza rifiuti a Reggio Calabria: “situazione insostenibile, l’amministrazione comunale ci prende in giro”

rifiuti reggio

Emergenza rifiuti a Reggio Calabria, un lettore indignato scrive a StrettoWeb: “da dicembre ogni 15 giorni l’amministrazione comunale se ne esce con barzellette postando qualche messaggio o qualche intervista dicendo che nei prossimi giorni tutto torna alla normalità ma non è vero”

Prosegue l’emergenza rifiuti a Reggio Calabria. Un lettore indignato scrive a StrettoWeb: “chiediamo al sindaco Falcomatà e al vicesindaco Neri di non prenderci più in giro sull’emergenza rifiuti. È da dicembre – prosegue– che ogni 15 giorni se ne escono con barzellette postando qualche messaggio o qualche intervista dicendo che nei prossimi giorni tutto torna alla normalità, cosa che puntualmente non succede. Che senso ha fare la differenziata se, quelle poche volte che vengono a prendere i rifiuti, prelevano tutto insieme carta, plastica, vetro, organico e indifferenziato. La situazione è difficile: per strada i gatti ogni giorno bucano le buste dei rifiuti e siamo costretti a raccogliere l’organico da terra con un odore insopportabile. Le società non aprono le discariche perché il comune non paga, i lavoratori Avr avanzano stipendi arretrati che il comune non paga e chiedo al sindaco la nostra tari salatissima pagata nel 2019 dove è andata a finire? Le segnalazioni fatte per installare telecamere nelle strade affinché non venissero buttati i rifiuti, non vengono prese neanche in considerazione. Ma l’amministrazione – aggiunge– si rende conto che sta facendo delle buffonate, raccolgono le micro-discariche e non prendono i rifiuti dalle case, i cittadini che non pagano se la tengono dentro o la butteranno di nuovo in strada? Signor Sindaco la sistemazione delle piazzette può aspettare, abbiamo rifiuti dappertutto, strade disastrate da voragini e illuminazione pubblica quasi assente, è ora che si svegli”, conclude il lettore.

Lettera firmata