Reggio Calabria: ultimi giorni per le iscrizioni alla Mostra Nazionale “RiArtEco”

Reggio Calabria: candidature da inviare entro il 15 febbraio, le opere dovranno pervenire entro il 27. Una bella opportunità per gli artisti calabresi per affacciarsi su uno scenario nazionale

RiartEco è la Mostra Nazionale più importante di opere d’arte realizzate attraverso il recupero di materiali di riciclo. Dopo 15 anni di successi in tutta Italia, per il 2020 partirà da Reggio Calabria. Il nostro pianeta è in grave sofferenza a causa degli sprechi e delle montagne di rifiuti. RiartEco si rivolge al mondo dell’arte, dell’architettura e del design ecologico, quindi ad artisti, designer e creativi di ogni età, che possono iscriversi singolarmente o in gruppi e presentare opere realizzate con materiali di recupero, rifiuti e scarti. Le opere saranno pubblicate nel catalogo della Mostra che sarà distribuito gratuitamente durante tutti gli eventi del tour nazionale. L’inaugurazione del tour si terrà il 1° marzo a Reggio Calabria all’interno del Parco Ecolandia, dove le opere rimarranno esposte fino al 24 marzo 2020. Gli artisti possono partecipare presentando una o due opere realizzate con materie prime non tossiche e materiali da smaltire come rifiuto. Per presentare la propria candidatura è necessario compilare il modulo presente sul sito riarteco e spedirlo per email a info@riarteco.it, corredato di foto, titolo e descrizione dell’opera/delle opere da inserire in catalogo.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande di iscrizione è il 15 febbraio 2020.

Gli artisti selezionati riceveranno conferma da parte dell’organizzazione tramite mail, in modo da poter completare l’iscrizione entro 15 giorni con il pagamento di una quota di partecipazione che comprende:

• l’inserimento dell’opera/delle opere nel catalogo

• l’esposizione dell’opera/delle opere in tutte le sedi del tour

• gli spostamenti intermedi nelle sede espositive delle diverse città ospitanti la mostra.

RiArtEco – RIutilizzo ARTistico ECOlogico – è un movimento artistico e di idee che propone una esposizione di opere d’arte per sensibilizzare le pubbliche amministrazioni, le istituzioni ed i cittadini affinché si possano ridurre gli sprechi e i consumi. L’obiettivo di RiartEco – che da anni opera in collaborazione con il Museo delle Forme Inconsapevoli “C. Costa” di Genova, il Museo di Arte Contemporanea “Macro Asilo” di Roma, con la fondazione “Michelangelo Pistoletto” – Città dell’Arte e con l’ISPRA, Istituto Superiore Prevenzione e Ricerca Ambientale di Roma – è quello di coinvolgere, grazie all’arte, quante più persone le persone alla ricerca ed al raggiungimento della sostenibilità, alla differenziazione e riutilizzo dei rifiuti ed al risparmio delle risorse. Via libera dunque all’arte “vera” in quanto originale, inclusiva e significativa, per far sì che i rifiuti acquisiscano una valenza creativa il cui significato andrà ben oltre l’aspetto estetico e diverrà portatore di valori che richiamano ad un impegno etico e sociale.