Reggio Calabria, l’ultimo saluto a Carlo Alberto Restuccia: il giovane morto nello schianto a Pellaro per sfuggire all’alt dei Carabinieri [FOTO]

/

A Reggio Calabria i funerali del giovane deceduto lo scorso 19 febbraio dopo tre giorni di coma

Si sono svolti questo pomeriggio a Reggio Calabria di Carlo Alberto Restuccia, il giovane reggino deceduto dopo tre giorni di agonia coma in ospedale a seguito di un terribile incidente sulla ss 106 all’altezza di San Leo di Pellaro. L’incidente è avvenuto lunedì 17 febbraio alle 02:30 al culmine di un inseguimento con i Carabinieri. Il giovane e il suo amico erano a bordo di un’auto e stavano cercando di seminare i militari che gli avevano intimato l’alt. La folle corsa si è conclusa con uno schianto contro un palo della luce. Restuccia era seduto dal lato passeggero ed è sbalzato dalla vettura. Le sue condizioni sono apparse subito critiche: il giovane si è spento dopo tre giorni di coma. Questo pomeriggio alle 16, nella chiesa di San Domenico, amici e parenti si sono riuniti per dare l’ultimo saluto al giovane strappato alla vita prematuramente.