Reggio Calabria, Comune sull’orlo del dissesto finanziario: “il sindaco dovrebbe vergognarsi”

Reggio Calabria, Comune sull’orlo del dissesto finanziario: “il Sindaco dovrebbe solo vergognarsi, Falcomatà e la sua giunta sono stati un continuo di trovare scuse e fare a scaricabarile”

“L’ignorante e l’incapace danno agli altri la colpa dei loro insuccessi, i saggi ed i capaci ne prendono atto e li usano per migliorarsi. Nessun dubbio in quale fascia stiano il sindaco ed i suoi sodali. Partiamo intanto per quanto riguarda il 2004, niente impedisce a questo punto di dire che anche quelli sono residui di cassa delle due precedenti amministrazioni….e sappiamo chi c’era…. Ma senza scavare tanto, i 65 milioni sono da imputare esclusivamente a questa amministrazione, in quanto contenenti anche pagamenti per la fornitura di acqua del Menta….ebbene sì, proprio quella che avrebbe dovuto dissetare i cittadini“. E’ quanto scrive in una nota il segretario regionale e dirigente nazionale del Fronte Nazionale, ing. Vincenzo Ciro. “Si aggiunga anche che spesso la fornitura idrica è stata sospesa, non per danni, ma per morosità, ed è facile trovare, se c’è, il vero colpevole. Se aggiungiamo che il debito reale accertato è più di 400 milioni contro i 174 ereditati dai commissari, che parliamo a fare? Sindaco dovrebbe solo vergognarsi, lei e la sua giunta siete stati solo un continuo trovare scuse e fare a scaricabarile, la finisca di prendere in giro i Reggini, e si assuma le sue responsabilità. Cresca. Ci vedremo, finalmente, alle prossime elezioni, per liberare la città di Reggio. Noi ci saremo”, conclude.

Reggio Calabria, Comune sull’orlo del dissesto finanziario: nuovi rilievi della Corte dei Conti sull’utilizzo dei fondi. Falcomatà: “colpa dei debiti del 2004”