fbpx

Reggina-Paganese, la sala stampa: i protagonisti commentano così gli episodi arbitrali

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Tre protagonisti in sala stampa dopo la vittoria della Reggina contro la Paganese. Gli amaranto allungano in classifica e si avvicinano all’obiettivo

Tre punti che possono risultare decisivi. Successo della Reggina contro la Paganese, 3-0 il risultato finale che lascia pochi dubbi sull’andamento dell’incontro. Decide una doppietta del Tanque Denis mentre il raddoppio è stato siglato da Rubin. La squadra di Mimmo Toscano allunga in classifica considerando il pareggio di Bari e Ternana. Sconfitta per il Monopoli. Al termine della partita consueta sala stampa con le dichiarazioni dei protagonisti.

Il primo a presentarsi è Bellomo: “impossibile negare l’evidenza, il gol era evidente. Quando incontri queste squadre che si chiudono è difficile. Una volta sbloccato il match è stato in discesa. Forse anche l’arbitro si è reso conto di aver sbagliato. Il mister ha scelto di giocare senza punti di riferimento, ma alla fine il modulo non è cambiato”. 

Poi parla Toscano: “il pericolo era di innervosirsi dopo il gol ed il rigore non fischiato su Reginaldo, la squadra è rimasta serena. La Paganese era la miglior difesa del ritorno, solo muovendoci in modo continuo riuscivamo a trovare spazio. Non abbiamo rischiato comunque quasi nulla. Sono contento per Rubin, ha fatto una prestazione veramente ottima. Abbiamo dimostrato la giusta mentalità. Sono orgoglioso di allenare questa squadra, bisogna alimentare l’entusiasmo. Ogni partita da qui alla fine può essere decisiva, non guardiamo l’avversario. Anche nel primo tempo abbiamo fatto bene, le occasioni non sono mancate”. Sul Catanzaro: “è un’altra partita decisiva, loro hanno un giorno in più per recuperare. Dobbiamo valutare le condizioni di Corazza. L’organico è di alto livello”. 

Infine Rubin: “non è facile farsi trovare pronti quando stai tanto fuori, mi piace quello che faccio. E’ un gruppo unico che si toglierà tante soddisfazioni, siamo compatti. Ci sono stati anche i momenti difficili, non ho ancora dimostrato il mio valore . Ho sentito delle critiche, l’importante è farsi trovare pronti. Come ho fatto oggi. Abbiamo dimostrato lo spirito da grande squadra. Il +8 sul Bari è importantissimo, ma guardiamo in casa nostra”.