Reggina, la Serie B passa dal Granillo: l’appello di Toscano non è circostanza, il supporto dei tifosi è un’esigenza

festa Reggina-Ternana Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggina, mister Toscano ribadisce l’importanza dei tifosi: il Granillo dovrà essere una bolgia in questi due mesi, il sogno Serie B si raggiunge tutti insieme

E’ il sogno di una città intera, l’obiettivo di tutta la squadra. Reggio Calabria e la Reggina vogliono ad ogni costo la Serie B, bisogna al più presto scappare dall’inferno della Lega Pro. Il cammino degli amaranto è stato fino ad oggi quasi perfetto ed il margine di distacco collezionato da rivali come Bari, Ternana e Monopoli, squadre di altissimo livello per questa categoria, non può far altro che rendere orgoglioso il pubblico calabrese. Senso di appartenenza, gruppo compatto e responsabile, la compagine di mister Domenico Toscano merita più di ogni altra il primo posto e la promozione diretta.

Poche piazze in Serie C (ma si potrebbe tranquillamente includere anche la B) possono vantare un pubblico così caloroso e numeroso come quello di Reggio. Le gare casalinghe disputate al Granillo contro Catanzaro, Bari e Ternana hanno dimostrato quanto possa essere decisivo il supporto della tifoseria per raggiungere il traguardo sperato, ecco perché le parole pronunciate da Toscano in conferenza stampa irrompono similmente ad un rombo di tuono nel silenzio della notte. La gara contro la Paganese apre il momento più decisivo della stagione, non bisogna abbassare la concentrazione o credere che questa partita possa valere meno di uno scontro diretto. L’allenatore calabrese ha più volte ribadito anche oggi che il sostegno del pubblico è un fattore necessario per affrontare al meglio questo momento delicato, in cui fortuna e gambe non girano più come prima. Tra la fine di febbraio e la prima di metà marzo si potrà decidere la stagione, ogni punto andrà a pesare come un macigno.

Rispetto al girone d’andata, come si è potuto notare da gennaio in poi, le partite continueranno ad essere molto più equilibrate e combattute. Anche nelle occasioni in cui arriveranno al Granillo si affronteranno formazioni che lottano per basse posizioni di classifica, raramente si riuscirà ad assistere a match a senso unico e dal risultato largo. Chi ha dunque la possibilità di acquistare un biglietto contro la Paganese, non deve avere esitazioni perché la Reggina ha bisogno del suo pubblico e soltanto remando tutti insieme nella stessa direzione potranno essere raggiunti i risultati sperati. Al termine del campionato mancano soltanto 12 sfide e ben 7 per la banda amaranto si disputeranno in casa: non è un aspetto di poco conto, la Serie B passa dal Granillo. Lo stadio dovrà essere una bolgia ogni domenica, il pubblico non può mancare proprio adesso all’appello della squadra, più che mai bisogna stringere i denti.