fbpx

Referendum costituzionale: anche a Reggio Calabria è stato un costituito coordinamento del Comitato “3 motivi per il no”

Referendum Costituzionale

Referendum costituzionale: anche a Reggio Calabria è stato un costituito coordinamento del Comitato “3 motivi per il no”, che intenderà sostenere nella Città dello Stretto le ragioni del “No”

Un numeroso gruppo di cittadini di orientamento sovranista e socialista, stanno dando vita a numerosi coordinamenti locali per sostenere “le ragioni del “NO” al referendum costituzionale del 29 marzo prossimo, questi coordinamenti si sono dati il nome di “3 motivi per il no”. Anche a Reggio Calabria è stato un costituito coordinamento del Comitato “3 motivi per il no”, che intenderà sostenere nella Città dello Stretto le ragioni del “NO”. Il Comitato “3 motivi per il no” nasce per promuovere il voto “NO” nel referendum costituzionale del 29 marzo 2020, confermativo della riforma varata con Legge Costituzionale pubblicata in G.U n. 240 del 12/10/2019, con particolare riferimento a 3 motivi, selezionati tra le tante buone ragioni per opporsi alla riforma, in quanto illustrano indubbi e clamorosi svantaggi derivanti dalla riduzione dei parlamentari, che potrebbero essere al più controbilanciati da ipotetici (e invero inesistenti) vantaggi, ma che non possono assolutamente essere negati. I 3 motivi sono stati inoltre individuati in ragione del fatto che risultano agevolmente comprensi bili da tutto il Popolo italiano, in quanto pressoché privi di elementi di carattere tecnico e, per di più, palesemente di grande rilievo e impatto emotivo, dunque utili alla battaglia referendaria.
I tre motivi selezionati sono:
1) territori senza eletti
2) Un regalo alla “Casta”: i cittadini condannati a scegliere il “meno peggio”.
3) Un Parlamento sempre più scadente
invitiamo chiunque voglia contattarci per aderire di scriverci alla email: info@3motiviperilno.it o di seguirci sui nostri profili Facebook e Twitter”.