fbpx

Quirinale: chef poveri e nonno Romano, domani da Mattarella 32 eroi quotidiani /Adnkronos (2)

(Adnkronos) – Storie di altruismo a volte nate da tragedie familiari e personali. Come quella di Gaetano Angeletti, 76 anni, di Corridonia, in provincia di Macerata, un figlio ucciso da un’overdose di cocaina, fondatore dell’associazione ‘La Rondinella’, dedita alla prevenzione e al recupero delle tossicodipendenze.
Giacomo Perini, romano, 23 anni, testimonia in prima persona la forza e la difficoltà dei pazienti oncologici: un osteosarcoma al femore della gamba destra culminato nell’amputazione dell’arto; recidive e una metastasi polmonare, continue operazioni e cicli di chemioterapie. Ma non si è mai arreso. Ha scritto un libro dal titolo “Gli anni più belli” da cui è nato un docufilm; ha realizzato lo spettacolo teatrale ‘I fuori sede’; pratica l’attività sportiva con la nazionale paralimpica di canottaggio; è iscritto a Scienze politiche; organizza incontri nelle scuole per parlare ai ragazzi della sua esperienza.
Giuseppe Distefano, 70 anni, di Riposto, in provincia di Catania, pensionato, già dirigente scolastico in Istituti superiori del vicentino, si dedica alla divulgazione e alla promozione della cultura del dono degli organi. Una sensibilità che si lega alla scelta compiuta quando, insieme alla moglie, decise di donare gli organi del figlio quindicenne morto in un incidente stradale.