fbpx

Palermo: Fillea Cgil ‘operai senza stipendi, Comune rispetti codice appalti’

Palermo, 18 feb. (Adnkronos) – “Il Comune continua a non dare risposte sui pagamenti per i lavoratori di due cantieri di cui è stazione appaltante: il collettore fognario e il consolidamento della parete rocciosa di Monte Pellegrino”. Così il segretario generale Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo che oggi ha inviato una nota per “ricordare al Comune quanto prevede la normativa del codice degli appalti pubblici”. Il sindacato chiede un incontro per monitorare l’andamento della procedura sollecitata, ovvero un “intervento sostitutivo” del Comune per pagare i 15 lavoratori del collettore fognario e i 7 rocciatori.
I 15 operai, precedentemente impegnati con la Cala Scarl, aspettano il tfr da 6 mesi e i contributi presso la Cassa edile per l’ultimo periodo di lavoro. Gli 8 edili licenziati della ditta Imera (consorzio Integra) vantano 3 mesi di retribuzione, il tfr e un anno di Cassa edile. “A distanza di due settimane dall’ultima nostra richiesta – aggiunge Ceraulo – nessuna comunicazione è arrivata da parte del Comune e dai soggetti predisposti al pagamento sostitutivo, i responsabili unici dei procedimenti (Rup), che seguono i due appalti. Se non arriveranno risposte in tempi brevi, torneremo a ribadire le nostre richieste con un sit-in sotto l’assessorato al Lavoro”.